Notizie Aste

Asta per il centesimo sbagliato


Che fine hanno fatto le monetine da un centesimo, coniate per errore, raffiguranti la Mole Antonelliana, invece del Castel del Monte?

Le monete saranno messe all’asta per la modica cifra di 2.500 euro.

La moneta fu prodotta erroneamente nel 2002. Nello stesso anno fu immediatamente ritirata, tuttavia ci sono ancora alcuni esemplari in circolazione. L’asta della Bolaffi ne ha inserite sei. Si part da 2500 euro, il prezzo base al quale sono state pagate. Però, a Torino si dice che sono state già vendute, per ora, quattro monete, mentre una sola rimarrà alla casa d’aste ed un’altra sarà, invece, messa in vendita.

La vendita del centesimo era stata prevista già da mesi, purtroppo le operazioni han subito un certo ritardo, per una causa della Zecca contro la Bolaffi.

Le monetine sono state ritrovate nel 2001 in provincia di Brescia e Bergamo, ha spiegato Filippo Bolaffi, l’amministratore delegato della Bolaffi. Si trattava dei piccoli kit distribuiti dalle banche e dagli uffici della posta. La Bolaffi riuscì ad acquistare sei esemplari.

La Guardia di Finanza, inizialmente aveva sequestrato i pezzi per effettuare gli accertamenti. I giudici, poi, però, hanno dato ragione alla Bolaffi, in quanto, essendo state prodotte lecitamente dalla Zecca, le monete possono essere possedute da soggetti privati e trattate come oggetto da collezione.

Circa cento monete potrebbero essere ancora in giro per l’Europa. Il loro valore potrebbe essere sicuramente inferiore, rispetto a chi, più fortunato, possiede il kit originario, oppure può dimostrare che la propria moneta non sia stata oggetto di falsificazione.