Notizie Aste

Happiness, il brand delle t-shirt della felicità va all'asta


Finisce all'asta il piccolo grande 'impero' di Happiness, il brand della moda giovane nato nel 2017 a Rimini e divenuto celebre grazie alle *t-shirt * sulle quali campeggiavano sfrontatissimi slogan che inneggiavano alla felicità, quasi a voler esorcizzare, con quelle scritte amate anche da personaggi del mondo dello spettacolo, la crisi economica che si stava allargando a macchia d’olio sull’Occidente tutto e che non ha poi risparmiato la stessa azienda di abbigliamento. Dal febbraio scorso, quando il Tribunale rivierasco aveva bocciato il piano concordatario decretando il fallimento della srl 'Piccoli e Grandi', l'azienda che produceva l’abbigliamento a marchio Happiness, il curatore fallimentare Ugo Morganti si è adoperato per mantenere in attività l'impresa assicurandole un futuro oltre il Covid e oltre questo difficilissimo 2020. Il prossimo passo del piano di rilancio prevede la vendita all'asta dell’intera azienda: non solo i marchi, ma - come riporta il Corriere di Romagna - anche gli immobili, le attrezzature, i negozi e qualche proprietà. "Grazie ad un accordo sindacale che garantisce la riassunzione dei 22 dipendenti con le medesime qualifiche, mansioni, anzianità convenzionali, livelli di retribuzione, ma anche grazie a quanto fatto in questi mesi - spiega il professionista sulle colonne del quotidiano - l'azienda è totalmente operativa e l'interesse, soprattutto per i marchi, non manca". L'asta, che ha una base di partenza di 872.824 euro, è in programma il 22 dicembre. "Happiness è in mano alla curatela dal 10 febbraio e grazie all’esercizio provvisorio - spiega Morganti - abbiamo realizzato e venduto la stagione primavera-estate e autunno-inverno 2020 e in questi giorni stiamo producendo quella primavera-estate 2021 e il catalogo per l’autunno-inverno 2021. L’aggiudicatario si troverà così in mano un’azienda operativa e non dovrà ripartire da capo con la produzione perdendo un anno". In vendita, come detto, ci sono i beni strumentali all’esercizio dell’attività costituiti da attrezzature per la stampa serigrafica, computer, ma anche mobili e arredi, materie prime, semilavorati e prodotti finiti, una parte del fabbricato in cui si trova il laboratorio, l’avviamento, le licenze e i marchi Happiness e suoi affini incluso il sito di commercio elettronico www.shophappiness.com, i vari domini registrati lui collegati e tutti i servizi connessi, l’elenco dei clienti, il database storico dei modelli. Per poi proseguire con i contratti di lavoro dei 22 dipendenti e i contratti di locazione e di affitto di azienda dei cinque punti vendita aperti al pubblico a Rimini, Santarcangelo, Riccione, Cervia, Forte dei Marmi. Le offerte dovranno pervenire entro e non oltre le ore 12 del 21 dicembre tramite Pec all'indirizzo del Ministero offertapvp.dgsia@giustiziacert.it sul modulo precompilato scaricabile dallo stesso.


News correlate


Alitalia, lo storico marchio va all'asta
Notizie > Notizie Aste