Notizie Fallimenti

Acquistato all'asta l'ex-Babaloo: che futuro si prospetta?


L'ex discoteca Babaloo è stata recentemente oggetto di un' asta. Il Tribunale di Macerata ha accettato l'unica offerta avanzata da un gruppo imprenditoriale. Ma sembra che quella che è stata la sede dei divertimenti notturni per più di un decennio rinascerà sotto altre spoglie, dopo il suo acquisto all'asta. Si riapriranno i battenti, ma non più solo per gli amanti dei divertimenti notturni. I progetti sul suo futuro prevedono infatti la sua trasformazione in un'attrattiva turistica. In questo articolo, si parlerà di come si è giunti a questa conclusione, inclusi i processi per fallimento. Ma non solo. Si parlerà altresì degli sforzi compiuti per evitare l'inquinamento delle acque di Porto Potenza Picena.

La sua storia

La discoteca Babaloo ha aperto i battenti a Porto Potenza Picena, in provincia di Macerata, nel 2000. Su questa stazione balneare che si affaccia sul Mar Adriatico, collocata nello specchio d’acqua delle Cinque vele, la struttura ha ospitato feste ed eventi mondani fino al 2012. Gli Ascani, dopo aver amministrato un'altra discoteca storica, il Green Leaves, nato negli anni Settanta e chiuso nel 2014, avevano puntato le loro carte su questa struttura. Ma la loro società, la B.l.a. S.R.L., a causa dei debiti sempre crescenti, ha dichiarato fallimento il 25 settembre 2013. Fino al 2019, si riteneva che si trattasse di una bancarotta fraudolenta (fonti: Cronache Maceratesi e Portale dei Creditori).

Emanuele Ascani, infatti, aveva ricevuto l'accusa di aver distratto 600.000 euro dal fallimento, dei soldi che sarebbero dovuti andare ai creditori. Il Tribunale di Macerata ha però derubricato la bancarotta fraudolenta documentale, trasformandola in una bancarotta semplice, condannando Ascani a una detenzione di sei mesi, invece dei tre anni originari. Quanto al Babaloo, futuro oggetto dell' asta conclusa in questo periodo, aveva chiuso nel 2012, ma la sua storia era lontana dall'essere conclusa. Banca Marche, che aveva finanziato la costruzione della discoteca, ha subito un crac che ha portato al fallimento Le Cinque Vele S.R.L. il 7 novembre del 2018. Di questa compagnia si tornerà a parlare ad agosto 2021 (fonti: Cronache Maceratesi e Centro Pagina Marche).

Agosto - Ottobre 2021

Il Tribunale di Macerata, nell'agosto del 2021, ha fissato il bando per far aggiudicare l'ex-Babaloo, mettendolo all’asta con una base di 2 milioni di euro. L'offerta minima ammessa sarebbe ammontata a 1,5 milioni di euro. Il tribunale ha fissato la scadenza per la presentazione delle offerte al 5 ottobre. È bene precisare che l'area dell'ex discoteca è, allo stato attuale, divisa in tre parti. La parte oggetto dell'asta è quella dove aveva sede il Babaloo.

Alla fine, un gruppo imprenditoriale anconetano, mandatario di un fondo di investimento, ha offerto 5 milioni di euro, aggiudicandosi così il complesso immobiliare del Babaloo posto all' asta. Il Tribunale ha ricevuto quest'unica offerta. Pertanto l'assegnazione a questo gruppo imprenditoriale è stata effettuata in automatico. La struttura dell'ex-Babaloo, così come la club house, le strade di accesso interno e il ristorante maggiore di fianco alla Statale, sarebbero stati destinati a un nuovo uso. Il bacino di utenza previsto non si sarebbe limitato più ai soli amanti del ballo. Ma si sarebbe allargato ai turisti.

Ad asta conclusa

In questo momento, non si conosce nient'altro sulle sorti dell'ex discoteca. Se non che i lavori stanno procedendo. Si prevede forse una riapertura nel corso del prossimo anno. Insieme a Senigallia, Ancona e Urbino. Come sede di un parco botanico, l'ex-Babaloo farà compagnia ai parchi nazionali, Monti della Laga e Monti Sibillini e Gran Sasso. Oltre ai parchi regionali: Monte Conero, Gola della Rossa e di Frasassi, Sasso Simone e Simoncello e Monte San Bartolo.


News correlate





Pasta Zara: parte il piano di rilancio
Notizie > Notizie Fallimenti