Amazon? Destinata a fallire. Parola del suo capo

16/11/2018 Studi e ricerche
jeff bezos

Una provocazione del numero uno dell'azienda Jeff Bezos spiazza i dipendenti: "La bancarotta è il destino di tutte le grandi aziende. Ma possiamo essere bravi ad evitarlo"

Spiazza tutti, come sua abitudine. Jeff Bezos, numero uno dell'azienda, ha risposto in modo decisamente poco convenzionale ai dipendenti che chiedevano lumi sul futuro.  "Amazon - ha detto - non è troppo grande per fallire. Di fatto, prevedo che un giorno Amazon fallirà. Amazon andrà in bancarotta. Se si prendono in considerazione le grandi aziende, la loro aspettativa di vita tende a superare i 30 anni e non più di cento. Se iniziamo a concentrarci su noi stessi, invece che sui nostri clienti, questo sarà l'inizio della fine. Dobbiamo cercare di ritardare quel giorno il più a lungo possibile". La disamina di Bezos è la prospettiva storica, con una nota di colore: "Le aziende più longeve sono i birrifici, vecchie di secoli. Interessante anche se non sono sicuro di ciò che questo ci dica riguardo alla società".

Ovviamente Amazon oggi sta benissimo e si prepara ad una settimana di successi con il "black friday" della prossima settimana. Tuttavia i dipendenti hanno qualche timore per la forte espansione del gigante, soprattutto nel ritmo. Il titolo azionario è quadruplicato in borsa dal 2013 ma la forza lavoro negli ultimi vent'anni è cresciuta di ben venti volte. Oggi ci sono 600mila dipendenti. L'ultima trimestrale ha segnato un fatturato record superiore ai 56 miliardi di dollari, con una crescita di quasi il trenta per cento. La domanda con la spiazzante risposta di Bezos era stata formulata da un dipendente che chiedeva se Amazon avesse qualcosa da imparare da recenti fallimenti come quello di Sears, un grande rivenditore.