Asta Giudiziaria

Un’asta per cuccioli sequestrati a San Benedetto del Tronto


<p'> Un mese e mezzo fa, i carabinieri di S.Benedetto del Tronto, hanno sequestrato dei cuccioli destinati ad alcuni commerciati. Molti di questi sono deceduti, perché malati. Il resto è stato affidato ad un’associazione zoofila del luogo e ciascuno dei piccoli sarà affidato al miglior offerente, senza alcun controllore e post affido.

<p'> E’ stato creato un sito apposito, dalla Forestale di S.Benedetto del Tronto e della Procura della Repubblica di Ascoli Piceno. Vi sono, infatti, le istruzioni per partecipare. Stando a quanto riporta il sito l’asta verrà svolta dal 27 al 30 aprile 2012. Sarà indetta dal 1 maggio al 9 maggio 2013 e rispetto al prezzo iniziale, si potrà rilanciare l’offerta di almeno 20.00 euro, nei seguenti giorni: 02 maggio 2013, 04 maggio 2013, 06 maggio 2013 e 09 maggio 2013 dopo le ore 19.00.

<p'> Una volta chiusa l’asta, il 10 e l’11 maggio i cani dovranno essere ritirati. Il pagamento sarà effettuato in contanti con la consegna dei cani. Questi dovranno essere ritirati presso il Comandante del Corpo Forestale dello Stato di San Benedetto del Tronto, Ispettore Capo Pierantozzi Giuseppe, al Comando Stazione del C.F.S. sito in San Benedetto del Tronto, via Colombo 88.

<p'> Se l’aggiudicatario è assente, sarà contattata direttamente la persona che ha inviato la seconda migliore offerta.

<p'> I punti interrogativi, però, restano tanti. E’ giusto mettere i cani all’asta? In quali mani finiranno? Siamo sicuri che non verranno nuovamente maltrattati? Possiamo trattare gli animali come oggetti?