Notizie Aste

Silvio Scaglia si aggiudica asta La Perla


La holding di Silvio Scaglia, Sms Finance, si è aggiudicata l’asta per acquistare il marchio de La Perla, di lingerie francese d’alta gamma. Al finire della selezione competitiva La Perla è stata aggiudicata dalla Sms Finance di Scaglia per 69 milioni di euro.

Stamane, dinanzi al giudice del Tribunale di Bologna, Maurizio Atzori, si sono presentati anche altre due note aziende: Calzedonia (che e' arrivato fino a 68 milioni) e l'israeliana Delta Galil Industries. 

Silvio Scaglia ha ricordato ai giornalisti che la sua azienda non è un fondo e lui è un imprenditore. Generalmente l’imprenditore, va detto, è visto più come un vero e proprio fondo, che partner industriale. Ma Scaglia ha chiarito che dopo la Omnitel, la Fastweb, si vuole impegnare a tutelare i dipendenti, in prima persona, ad eccezione degli stabilimenti che sono già chiusi.

Il patron di Calzedonia, Sandro Veronesi, ha rilasciato, però, le seguenti dichiarazioni al vetriolo ''Dalla padella degli americani alla brace di Scaglia. Povera Perla. Mi dispiace per i dipendenti, che devo dire si sono fatti vivi in tanti per chiedere di sostenerli. Abbiamo fatto quello che abbiamo potuto in questa asta e tirato parecchio sul prezzo. Ci saranno grati i creditori delle banche, che prenderanno molti piu' soldi. Siamo arrivati a un milione, dopo era troppo''.

Diverse sono le opinioni del Tribunale di Bologna, il quale parla dell’asta come un successo per l’economia in generale, nonché un segnale positivo che proviene dal mondo dell’imprenditoria. L’esperienza de La Perla è un vero motivo di conforto per l’ufficio giudiziario bolognese nell’attività che svolge quotidianamente a favore dei cittadini.