Notizie Fallimenti

Sei un cattivo pagatore? Verifica la tua segnalazione al SIC


Cosa significa essere un cattivo pagatore

Essere un cattivo pagatore significa non aver ottemperato al pagamento di una o più rate di un prestito, di un mutuo o di un finanziamento nei termini previsti contrattualmente. 
A seguito di questo comportamento, quindi, vi sarà un’alta probabilità di essere segnalati al SIC (sistema di informazione creditizia).
 

La segnalazione: cosa comporta?

Quando si parla di SIC, ci si riferisce a banche dati in cui vengono inserite informazioni creditizie di privati ed istituti di credito.  

In Italia i 3 principali Sistemi di Informazioni Creditizie sono:
  1. CRIF - Centrale Rischi Finanziari
  2. Experian Cerved Information Service 
  3. CTC - Consorzio per la Tutela del Credito
I dati possono essere segnalati al SIC da parte dell’istituto di credito, quando si verificano ritardi nel rimborso del finanziamento.
E' sufficiente il ritardo anche di una sola rata per essere segnalati? Vediamo meglio.
È necessario, infatti, distinguere il caso in cui sia il primo ritardo o se vi siano già stati in precedenza ulteriori casi di ritardi nei pagamenti:
  • la segnalazione del primo ritardo di pagamento sul rapporto di credito, viene resa visibile sul SIC solo in caso di mancato pagamento per 2 mesi consecutivi (o 2 rate).  L’istituto di credito, in questo caso, dovrà inviare 15 giorni prima della segnalazione, una comunicazione con la quale avvisa l’utente dell’avvenuto ritardo e del fatto che detto ritardo verrà segnalato al SIC. Nel caso in cui i pagamenti vengano effettuati tempestivamente, la segnalazione verrà evitata
  • la segnalazione di ulteriori ritardi (successivi quindi al primo) avviene attraverso gli aggiornamenti mensili inviati dall'istituto di credito. In questo caso la comunicazione da parte del finanziatore potrà essere fatta nell'ambito di comunicazioni periodiche alla clientela, quindi non necessariamente prima che l'informazione sia resa disponibile sul SIC.

Quali sono le conseguenza derivanti dalla segnalazione

Purtroppo essere inseriti nel SIC ha conseguenze negative
Con la citata segnalazione, infatti, non sarà possibile o comunque sarà molto difficile richiedere prestiti finanziari: questo sulla base del fatto che di prassi gli istituti bancari prima di concedere un prestito, verificano sempre qualche eventuale iscrizione in questa banca dati.  
Inoltre, verrà compromessa la possibilità di disporre di una carta di credito o di un libretto degli assegni.
 

Durata della segnalazione – è possibile essere cancellati?

I dati relativi a prestiti o finanziamenti presenti nel sistema di informazione creditizia, potranno essere cancellati dopo il decorrere di un determinato lasso di tempo.
Decorso il periodo di tempo prescritto, non sarà necessario nessun tipo di richiesta: i dati verranno cancellati autonomamente, senza la necessità di istanze specifiche.
In particolare la segnalazione verrà cancellata:  
  1. Nel caso in cui vi sia stato un ritardo relativo a 1 o 2 rate o mensilità, dopo 12 mesi dalla comunicazione di regolarizzazione, a patto che durante i 12 mesi i pagamenti siano sempre stati regolari.
  2. Nell’ipotesi, invece, di ritardi nel pagamento superiore a 3 o più rate o mensilità, dopo 24 mesi dalla comunicazione di regolarizzazione, sempre a condizione che durante i 24 mesi i pagamenti siano sempre stati regolari.
  3. In caso di morosità mai sanate, dopo 36 mesi dalla data di estinzione prevista del finanziamento o dalla data in cui l’istituto di credito ha fornito l’ultimo aggiornamento.