Notizie Aste

Oltre il Covid, Risparmio Casa cresce e si compra gli store Mercatone


Ci sono aziende che davanti ad una crisi globale mai vista, quella innescata dal Covid, mostrano una salute invidiabile e non temono di investire. E' il caso di Risparmio Casa, catena di prodotti per la cura della casa e della persona che conta 100 punti vendita in tutta Italia, 2 mila dipendenti e un fatturato che ha raggiunto gli oltre 500 milioni. Il gruppo romano, gestito dalla famiglia Battistelli, ha appena acquistato all'asta i rami d'azienda di 5 punti vendita dell'ex Mercatone Uno, salvaguardandone i livelli occupazionali e punta ancora più in alto. Il piano di sviluppo, rallentato ma non fermato dall'emergenza sanitaria e dal lockdown, prevede, come riporta il Sole 24 Ore, il raggiungimento di 200 store entro il 2025, l'internalizzazione con aperture nei mercati esteri limitrofi, lo sbarco in Borsa da qui a cinque anni e un importante percorso di trasformazione digitale, con potenziamento del canale di vendita online. L'avventura della famiglia Battiselli nel campo del commercio nasce negli anni Sessanta, in una piccola cartoleria di 50 metri quadri ad Albano Laziale. Ad aprirla Guido Battistelli, il capostipite, scomparso nel 2010 all'età di 85 anni. Dentro a quel negozio sono cresciuti Fabio e Stefano, i due fratelli che negli anni hanno sviluppato l'attività del padre in una maxi catena di negozi specializzati nell'Home e Personal Care. Oggi Risparmio Casa è un colosso che propone oltre 30.000 referenze, a cui si aggiungono più di 8.000 prodotti stagionali, per la pulizia e cura della casa, bellezza e cura della persona, prodotti per animali domestici, casalinghi, tessile, giocattoli, cartoleria, fai da te, accessori auto, piccoli elettrodomestici