Legge Fallimentare

Imprese: partito il registro degli esperti negoziatori


Sta per nascere, o per meglio dire, è nata da poco una nuova interessante figura professionale che andrà a essere inserita nell'apposito nuovo registro degli esperti negoziatori. Il suo esordio ufficiale, per così dire, si è tenuto nella data dello scorso 15 novembre ma sono ancora tanti i dubbi e le domande a proposito. Possiamo dire che è normale, visto che sono cose che accadono sempre quando ci si trova davanti a qualcosa di nuovo, per questo motivo cercheremo di essere d'illustrarvi, il più dettagliatamente possibile tutte le principali novità in merito. Continuate a leggere qui di seguito per sapere tutto quello che dovete conoscere sulla figura degli esperti negoziatori.

Esperto negoziatore, nasce una nuova figura professionale

Tre, due, uno, via! Il contro alla rovescia riguardante la novità del mondo delle imprese è finito. Si è così concretizzato il registro degli esperti negoziatori. Questa nuova figura dovrà trattare con i creditori, nel rispetto degli interessi degli imprenditori che si trovano al momento in difficoltà di tipo creditizio. Recentemente, nella data del 15 novembre, il nuovo registri degli esperti negoziatori è entrato nelle Camere di Commercio. Questa figura viene introdotta dal dl 118/2021. Il suo compito è quello d'intavolaretrattative con i creditori per facilitare gli accordi risolutivi di quelle che sono le pendenze debitorie per riuscire così a consentire il risanamento dell’azienda e la sua uscita dalla crisi.

Questa nuova figura professionale è stata pensata per offrire il suo supporto alle aziende che si trovano in difficoltà. Al momento sono ben 300 mila le società di capitali che presentano segnali allarmanti secondo quanto riferisce Unioncamere. Proprio per questi dati preoccupanti sono stati concepiti appositi strumenti in grado di fronteggiare gli effetti negativi della pandemia. Il registro degli esperti negoziatori e le figure a esso legate permettono all’imprenditore - di qualsiasi settore e senza nessun limite per quel che riguarda le dimensioni dell'azienda - che sta attraversando un momento di squilibrio finanziario e/o di raggiungere più velocemente una diagnosi preventiva della situazione per dare quindi inizio a un processo di risanamento, sempre sotto il controllo dell’autorità giudiziari.

Le competenze degli esperti creditori

Quali sono dunque le competenze che devono essere in possesso di questa nuova figura? Le “skill” e competenze professionali per poter essere inseriti nel registro degli esperti negoziatori sono ottenibili frequentando degli appositi corsi di formazione professionale. Quel che c'è da sapere è che questo nuovo ruolo viene iscritto in un apposito albo istituito per l'occasione presso le Cciaa. Questa figura deve essere munita di particolari competenze in materia concorsuale e di mediazione civile. Inoltre per via della terzietà garantita, dovrà offrire la sua assistenza all’imprenditore per quel che riguarda la verifica dello stato di salute aziendale. Dovrà quindi ricercare i correttivi, predisporre proposte negoziali, garantire la loro buona fede e la trasparenza del procedimento stesso.

In pratica, dunque, al negoziatore qualificato viene affidato il compito di agevolare la definizione degli accordi con i creditori che portino alla definitiva risoluzione della crisi in corso. Inoltre è comporto dell'imprenditore stesso rivolgersi a questa nuova figura che, così facendo, potrà sfruttare ulteriori vantaggi, come ad esempio: incentivi fiscali e misure protettive del proprio patrimonio aziendale e personale. Questi vantaggi non sono, in realtà, molto diversi rispetto ai benefici che si hanno seguendo una procedura concorsuale tradizionale. Infatti, lo scudo di tipo patrimoniale è qualcosa di assolutamente imprescindibile per riuscire a individuare una soluzione complessiva che sia in grado di soddisfare ogni creditore senza che il patrimonio sia aggredito dai singoli creditori. compositiva che soddisfi tutti i creditori”.

Scopi e finalità

Bisogna precisare che questa prima fase è del tutto sperimentale e che si preserva lo scopo di valutare l'importanza effettiva di questa nuova figura professionale promossa dal disegno di legge118/2021. Com'è comprensibile, visto anche la particolarità del momento, non sarà di certo facile, prevedere i possibili sviluppi intorno a questa nuova istituzione di tipo giuridico, nata com'è, per l'appunto in un contesto emergenziale. L’iniziativa è di certo degna di lode, ma tutto sembra dipendere dalla sua effettiva applicazione e dal suo utilizzo pratico. Inoltre, dovrà avere anche una sua funzione di tipo educativo perché solo in questo modo, attraverso la responsabilizzazione degli imprenditori, dei creditori e dell’esperto si potrà riuscire a operare in un quadro completo della crisi, che potrà essere considerato davvero funzionale.

A questo punto, possiamo brevemente fare il punto della situazione sul registro degli esperti negoziatori e sulla figura professionale ad esso legata. Quindi la composizione negoziata è di fatto un nuovo strumento di aiuto nei confronti delle imprese che stanno attraversando un momento di difficoltà, Questo percorso assistenziale è finalizzato a raggiungere il loro risanamento e deve essere caratterizzato come qui di seguito: – si tratta di un percorso assolutamente volontario e avviene nel completo rispetto della riservatezza, – per accedervi bisogna utilizzare l'apposita piattaforma telematica, – la figura che viene affiancata all’imprenditore è quella di un esperto completamente indipendente, dotato di specifiche competenze, a cui viene affidato il compito di facilitare le trattative con i creditori necessarie per quanto riguarda il risanamento aziendale.

Chi può fare richiesta

Nel tentativo di analizzare più dettagliatamente la nuova figura professionale, recentemente istituita dell'Esperto negoziatore e, sempre, nel tentativo di fare maggiore chiarezza intorno a suo riguardo, possiamo precisare che possono rientrare a pieno diritto in questo albo le seguenti figure: - avvocati che risultato essere iscritti all'albo professionale?da?almeno cinque anni; - dottori commercialisti ed esperti contabili, anch' essi risultanti iscritti?da?almeno cinque anni consecutivi ai loro rispettivi albi professionali; - consulenti del lavoro che siano iscritti?da?almeno cinque anni?al loro albo professionale: - manager d’azienda muniti di apposita documentazione in grado di attestare le loro funzioni amministrative, direttive e di controllo delle imprese interessate da?operazioni?di ristrutturazione terminate tramite piani di risanamento.

Un corso di formazione per il registro degli esperti negoziatori

Infine, vogliamo ricordare che il suo compito principale è solamente quello di facilitare lo svolgersi delle trattative che intercorrono tra le diverse figure che sono chiamate in causa, cioè: l’imprenditore, i creditori ed eventuali altri soggetti che possono essere interessati dal caso specifico. Inoltre, si tenga sempre presente che l'unico fine di un esperto negoziatore è quello di riuscire a individuare una soluzione utile a superare le attuali condizioni di crisi. Bisogna fare un'ultima importante precisazione, si ricordi che uno dei requisiti fondamentali per poter essere iscritti in questo nuovo registro è proprio quello di dover sostenere un corso di formazione di 55 ore totale. I corsi per negoziatori esperti della crisi vengono attualmente istituiti dalle locali camere di commercio.


News correlate




Espropriazione presso terzi: come funziona
Notizie > Legge Fallimentare


A che punto è la riforma della crisi d'impresa?
Notizie > Legge Fallimentare