Notizie Aste

Momento ricco per le auto da collezione e per le Ferrari


La fortuna è soprattutto per chi possiede una Ferrari d'epoca, che sta facendo venire fuori dai garage o dai musei privati molte vetture di forte interesse che erano rimaste celate per decenni.
Stiamo parlando della Ferrari 410 Sport del 1955 che sarà messa in vendita tra il 14 e il 17 agosto a Monterey, in California, dallo specialista Rick Cole Auctions, durante la settimana del celebre concorso di eleganza di Pebble Beach. Un modello unico in tutti i sensi e di grandissimo valore storico che potrebbe superare la maggior parte dei record milionari finora raggiunti dalle sportive di Maranello degli Anni '50 e '60.
Si tratta dell'auto avente numero di telaio 0592CM, una delle quattro Ferrari 410 Sport costruite attraverso specifiche per partecipare alla Carrera Panamericana (una gara stradale fra Messico e Texas che si correva su un totale di 3.373 km) e mai scesa in questa gara in quanto l'edizione del 1955 venne cancellata a seguito della grande tragedia di LeMans di quello stesso anno e per numero sempre più in crescita degli incidenti sul pericoloso nastro di asfalto che univa Tuxtla Gutiérrez, Chiapas con Ciudad Juarez, Chihuahua.

La 410 Sport derivava dalla 375 Plus, con un nuovo telaio (baricentro più basso e carreggiate più larghe) e una nuova versione del V12 'Lampredi' portato a 4,9 litri ed accreditato di 380 Cv. Unica ad essere carrozzata come 'barchetta' a due posti da Scaglietti, questa Ferrari 410 Sport ha avuto anche una 'vita' densa di avvenimenti e viene offerta in vendita pubblica per la prima volta dopo 59 anni dalla fabbricazione, ed essendo passata di mano privatamente solo due volte.

Il primo proprietario è stato della Ferrari 410 Sport telaio 0592 CM  fu l'immobiliarista e collezionista californiano di Ferrari Antonio ''Tony'' Parravano, che l'aveva acquistata dall'importatore dopo la mancata partecipazione ufficiale alla Carrera Panamericana. Nel palmares della 410 Sport si trova, come primo piazzamento, la vittoria nel febbraio del 1956 a Palm Springs, nelle mani del celebre pilota (poi diventato costruttore) Caroll Shelby.
Il particolare bolide di Maranello si ritrova in due gare corse nel 1957 a New Smyrna in Florida affidato da Parravano ai pilot Eric Hauser e Bart Spiegelman. Durante lo stesso anno, però, Parravano è incorso in un problema con l'IRS (l'agenzia delle entrate nordamericana) e come nella più classica trama da film lascia clandestinamente il Paese portando con sé alcune delle più belle Ferrari della sua collezione.
La 410 Sport rimane in un magazzino ad Ensenada fino a quando, dopo la morte di Parravano nel 1960, alcuni famigliari la mettono in vendita assieme ad altre 'Rosse' della collezione.
L'auto riappare in pubblico nel novembre 1964 guidata nella competizione 'Costa a Costa' attraverso il Messico da Juan Buchanan. In tale fase della vita della 410 Sport telaio 0592 CM entra in scena il secondo proprietario, il collezionista di Ferrari Robert Dusek che si mette alla ricerca di questa vettura dopo averla vista nel reportage del 'Costa a Costa'. L'auto viene trovata nel 1970 e finalmente acquistata dal 'perseverante' Robert Dusek che la fa rientrare negli Stati Uniti nell'estate del 1971. La Ferrari 410 Sport 'Carrera Panamericana' permane nella collezione Dusek per quasi 40 anni, fino a quando arriva in Europa per far parte della raccolta di un appassionato che, dal 2008 ad oggi, non le ha mai fatto percorrere un chilometro e che l'ha affidata ora per la vendita alla Rick Cole Auctions.