Crisi Aziendali

Maccaferri, ok alla solidarietà per i dipendenti Seci


È prevista per il 29 agosto la firma sul piano di solidarietà per gli 84 lavoratori di Seci Spa, la holding del gruppo industriale emiliano Maccaferri, una delle sette aziende satellite del gruppo in concordato preventivo dal maggio scorso. Il piano, come riporta il Resto del Carlino, ha durata di otto mesi e prevede, dal 2 settembre prossimo, un'importante riduzione del lavoro, fino al 70% per ciascun dipendente nell’arco dell’intero periodo. Insieme a Seci Spa, sono entrate in concordato Seci energia, Enerray, Exergy, Sapaba, Sadam e Felsinea Factor. L’ipotesi di accordo per Seci Spa è stata votata nelle settimane scorse dai dipendenti e giovedì 29 agosto la Fiom Cgil siglerà il piano di solidarietà definitivo nella sede di Confindustria.

Il taglio delle ore e delle giornate lavorate è potenzialmente pesante, ma, trattandosi di massimali – spiegano dal sindacato – non è detto che nella realtà si tocchino poi punte del 70%. L’azienda chiederà il pagamento diretto dell’integrazione salariale da parte dell’Inps. Nei prossimi giorni verranno calendarizzati alcuni incontri tra azienda e sindacati su Samp, azienda del Gruppo con base a Bentivoglio fuori dal concordato, ma per la quale c'è preoccupazione. Da settembre, poi, riaprirà il Tribunale e quindi ripartirà anche l’attività relativa alle società in concordato.

Due le realtà avviate verso la cessione: Enerray ed Exergy, per quest'ultima le trattative sarebbero in fase molto avanzata.