Pignoramenti

Liberi dal pignoramento i giocatori del Trento


La comunicazione è arrivata dalla Fgc ed ha finalmente liberato i giocatori dall’inattività e dall’impossibilità di cambiare casa. Il provvedimento era stato attuato a luglio dal Tribunale dopo la richiesta di uno dei creditori della srl. Successivamente era stato annullato perché i tesseramenti dei giocatori sono stati ritenuti “non pignorabili”.

Cosa è accaduto, dunque, ai giocatori, post liberazione dal pignoramento?

Il Villazzano, la società per la quale Vitti si stava allenando sta perfezionando il passaggio e nei prossimi giorni la trattativa dovrebbe chiudersi positivamente, dopo un’inattività che dura dal mese di maggio.

Il portiere Pietro Sforzin resta al Trento Calcio, pronto per riprendere l’attività. Il calciatore, protagonista della promozione dall'Eccellenza in serie D nella stagione 2011-2012, non lascerà la squadra prima di giugno.

Più sereni anche gli ex professionisti Aimo Diana e Roberto De Zerbi, che dal campo sono passati alla panchina: la loro posizione in Figc avrebbe potuto essere oggetto d'indagini da parte delle autorità sportive e ricorsi.

Altrove, invece, andranno Saverio Mastrojanni e Riccardo Bertacco, arrivati la scorsa estate: il centravanti napoletano e il portiere veronese.

Il primo è stato mandato via a causa dello scarso rendimento in campo. Bertacco, al contrario, il campo non l’ha mai visto. Una volta chiuso dal trentino Scali è diventato ormai a tutti gli effetti il portiere titolare della squadra di Orsini.

In Promozione, si sta, invece, complicando il passaggio di Matteo Pontalti all'Albiano. Il motivo? Sembrerebbe abbastanza semplice: colui che dovrebbe sostituire l'ex aquilotto al Pinzolo Campiglio, ovvero Claudio Squadrani, non riesce a liberarsi dall'attuale società per la quale è tesserato.

La Bassa Anaunia, infatti, non vuole sentir parlare di contropartite tecniche (Ferrai, che lascerà Salorno, era uno dei nomi proposti dal diesse rossonero Francese, seppure al momento si è fermi allo stesso punto), né di svincolo, nonostante Squadrani sia arrivato con cartellino proprio in estate. Tutto questo è sicuramente un bel casotto, soprattutto con la Bassa Anaunia che sta puntando i piedi cercando di trattenere il centrocampista perugino, in modo da renderlo incedibile. Nonostante anche per vari problemi fisici sia stato impiegato sette volte e solo tre dal primo minuto, in campo.