Notizie Aste

Forlì: gioielli vengono messi all'asta per beneficenza


A Forlì andrà in beneficenza quanto ricavato da un’asta pubblica che andrà a trovare la sua conclusione l’11 marzo. La donatrice molto generosa non ha eredi diretti. Quest’ultima ha chiesto prima di morire di restare anonima. Il testamento vede la donna esprime la volontà che i suoi oggetti preziosi vadano al Comune di Forlì perché si possa indire un’asta a favore dei più bisognosi, purché non venga citata. Va detto, però, che saranno in molti a ringraziarla. Infatti, il valore totale dell’asta di tutti i lotti è pari a 12.000 euro, ma questo può ancora mutare in base a ciò che rappresentano le entità delle offerte che gli acquirenti e partecipanti alla gara andranno ad effettuare. Ogni gioiello racconta un pezzo di vita della ricca signora.

E’ facile immaginare con quale attenzione ed amore avrà allacciato al suo polso il bracciale raffinato, in oro lavorato, che si trova col suo numerino sul tavolo verde dell’ufficio comunale. Oppure, in quale occasione di una certa importanza avrà sfoggiato, per la prima volta, una elegante collana di corallo. Gli orologi posti in gara sono tantissimi. Ad alcuni di questi, però, è stata data una base d’asta abbastanza irrisoria: forse li si è conservati come cimeli ricollegati ad un ricordo. Per quanto riguarda gli altri, invece, si tratta di un valore notevole e di fogge abbastanza ricercate. Tra le catenine d’oro, vi sono un paio di queste con placche e immagine della Madonna.

Un anello di brillante dall’altissimo valore sarà stato forse il pegno di un qualche innamorato di cui, ora, resta solo un ricordo? La fede d’oro ricorda, invece, un probabile matrimonio felice. Tracce indelebili di una vita intera che saranno, ora, poste all’asta e avranno una nuova storia di cui parlare, in tutti i sensi. Se ciò accadrà, gli orologi saranno sfoggiati su un nuovo polso, il loro ticchettio farà compagnia ad altre persone; tuttavia, il loro ricavato in denaro sarà distribuito alle famiglie più povere del circondario, andando a risollevare, forse, l’equilibrio di un bilancio familiare molto precario.

Per poter osservare i pezzi in asta basta andare sul sito del Comune di Forlì, mentre nei prossimi giorni saranno visionabili dal vivo. Le offerte dovranno pervenire entro e non oltre l’11 marzo, presso quella che è l’Unità logistica gare e coordinamento del servizio contratti gare e logistica in piazza Saffi. Le modalità in dettaglio attraverso le quali dovrà essere presentata la propria offerta d’asta potranno essere trovate sul sito del Comune.