Curatore Fallimentare

Fantinel trasferisce 600.000 euro al curatore fallimentare


La transazione del danno è il risultato di un recente accordo sorto negli scorsi giorni tra il giudice Luigi Dainotti e l’avvocato Luca Ponti, legale di Fantinel, a seguito del consenso del pm, Federico Frezza.

L’accordo riguarderebbe anche l’ex giocatore manager Giorgio De Giorgis, che attraverso l’avvocato Loris Tosi ha definito la transazione per la somma di 100mila euro. Non si tratta di un vero e proprio ravvedimento come prevederebbe il codice civile, ma di un risarcimento parziale che potrebbe preludere a una eventuale richiesta di patteggiamento da parte sia di Fantinel che di De Giorgis. L’udienza è stata aggiornata al 5 febbraio 2014.

Fantinel è ritenuto responsabile di aver sottratto alle casse la somma di 250mila euro che tra il 14 febbraio e il 21 febbraio 2011 era stata versata alla ditta La Roncaia (ora Santa Caterina) a titolo di rimborso del finanziamento dei soci; e anche di aver distratto altri 475 mila euro versando il denaro alla società Testa & Molinaro e 710mila alla Mfi. Questo è accaduto quando già la Triestina era retrocessa. A De Giorgis è stata rimandata l’accusa di truffa verso Fantinel.

Questi aveva lasciato credere che i diritti del calciatore Longoni facessero capo alla società Rexam Kft di Budapest, che non ha nulla a che fare con il calcio perché si occupa della produzione di materiale plastico.

Il primo filone è stato quello della Punto Logistica Distribuzione amministrata dalla sorella di Stefano Fantinel, ditta di San Daniele che si occupa del trasporto delle merci su strada. E alla Punto Logistica Distribuzione nel settembre 2009 erano arrivati 540mila euro della Triestina. Il secondo filone riguarda la società ungherese Rexan, fabbrica di plastica.

Sono stati un milione 200mila euro per l'acquisto dell'attaccante italo-uruguaiano Matteo Figoli Martinez, poi ceduto per appena 50mila euro. Un altro bonifico da 200mila euro a favore della fabbrica di plastica ungherese era stato versato per la cessione del giocatore Olivotto della Sandanielese, società presieduta da Fantinel. Ma è poi risultato che la cessione era a titolo gratuito.

Il terzo capitolo è sulla società inglese Narita Ltd. Il contratto è quello di Foe Yannick, giocatore franco-senegalese. Nell’agosto 2006 la società inglese aveva incassato per lui 400mila euro. Stessa storia e stessa somma per l'uruguaiano Leandro De Los Santos, classe 1989. Un altro filone ancora riguarda la Cp&P Management, anche questa una società inglese, dove nel luglio 2009 la Triestina ha versato 400mila euro per l’acquisto del difensore Rocco Sabato che era svincolato.