Notizie Fallimenti

Start-up: come possono evitare il fallimento entro i primi anni?


In termini generali, si parla di fallimento di startup entro i quattro anni nel 95% dei casi. Le cause sono molteplici: dall'assenza di clienti potenziali al team ridotto, dalla forte concorrenza al marketing inefficace, dallo squilibrio tra costi e prezzo alla mancanza di focus. A queste si aggiungono la carenza di networking, la mancanza di un determinato modello di business, il tempismo sbagliato e la semplice sfortuna. Tuttavia, la maggior parte delle cause vanno oltre la semplice sfortuna. In questo articolo, si individueranno quelle più comuni, con alcune soluzioni da adottare nel più breve tempo possibile per scongiurarlo. Alla fine, ci sarà una sintesi riassuntiva (fonte: Aspiriner: soluzioni per influencer).

Le cause

La prima causa di fallimento, che da sola provoca quasi la metà di tutti i casi, risiede nella mancanza di richiesta di un tale prodotto. Si può concepire il servizio o il bene più innovativo di sempre, ma se non va incontro alle esigenze di una determinata fetta di mercato, sarebbe bene non concretizzarlo. La seconda consiste nella mancanza di fondi. Certo, molte startup nascono sia con dei finanziatori che per mezzo di raccolte fondi. Ma non sempre si riesce a guadagnare abbastanza soldi per passare alla fase successiva. La terza causa risiede nella scelta del team sbagliato. C'è bisogno che l'imprenditore sia circondato da collaboratori leali e soprattutto competenti.

Una quarta causa di fallimento nelle startup è la concorrenza. Laddove è sacrosanto tenerla in considerazione, si fa spesso l'errore di esserne ossessionati. Oppure il caso inverso: la si sottovaluta. La quinta riguarda la strategia di prezzo per il proprio bene o servizio. Ce ne sono molte, e possono essere addirittura combinate tra di loro. Ma la scelta di una strategia di prezzo errata per la propria startup può determinare la fine della stessa. Si può commettere anche l'errore di scegliere la giusta strategia di prezzo per il proprio bene o servizio, ma di non cambiarla qualora si dovesse rivelare necessario per andare al passo coi tempi (fonte: Intravibes Startup Developer).

Le soluzioni

Per scongiurare il fallimento di startup, è innanzitutto necessario dotarsi del giusto team. Abbiamo già detto che i potenziali membri devono essere fedeli e competenti. Ma una startup che abbia tra le file dei veterani nel settore invece che delle nuove leve è maggiormente presa sul serio dai potenziali investitori. Quindi, sono meglio apprezzati i team con professionisti senior invece che junior. Non è un caso che le startup, contrariamente a quanto si pensa, siano perlopiù fondate da trentenni e quarantenni. Poi la qualità del prodotto è l'elemento a cui fare più attenzione quando lo si lancia sul mercato. Deve essere ottimo di per sé, ma migliore rispetto alla concorrenza.

Dunque, è innegabile che un prodotto o un servizio che non abbia un mercato è destinato a fallire. Ci sono due strade. La prima è puntare a un mercato di nicchia. La seconda è riempire un vuoto che i concorrenti non riescono a riempire. E questo è possibile promuovendo non un prodotto perfetto (anche se naturalmente il minimo che dovrebbe fare è essere funzionante), ma un prodotto che vada incontro alle esigenze dei potenziali clienti meglio di tanti altri. Per esempio, se voi e un'altra startup vendete una stampante 3D, ma quella del concorrente funziona in modo più macchinoso, è chiaro che sarete voi a vincere la partita (fonte: kMap).

Ulteriori consigli

Dopo aver studiato la concorrenza potenziale ed esistente di un determinato settore tramite un'apposita analisi, bisogna procedere a esaminare sia i suoi punti di forza che quelli di debolezza. E farsi questa domanda: come può reagire di fronte al mio successo? O a qualunque iniziativa in termini di marketing metterò in atto? Ora, chi opera sul tuo stesso mercato da decenni potrebbe non prendere la tua startup eccessivamente in considerazione, ma bisogna ricordarsi che la tua startup non è l'unica che sta lottando per emergere. Quindi laddove è giusto controllare i tuoi concorrenti più anziani, è necessario stare attenti a quelli altrettanto più giovani di te, se non addirittura più giovani.

Abbiamo accennato al fattore marketing. Quello sbagliato è dietro a molti casi di fallimento delle startup. Devi considerare bene quanto del tuo tempo, dei suoi soldi e del tuo impegno investire nella pubblicità. Ma bisogna anche cercare di prevedere se la tua pubblicità avrà un ritorno economico che possa farti sostenere i costi della tua attività. Una volta fatto ciò, determina quanto far pagare il tuo prodotto o servizio. Informati su quanto costano le alternative. Ce ne sono di meno costose? E offrono la stessa qualità che garantirebbe il tuo prodotto o servizio? Infine, il modello di business. Bisogna metterlo nero su bianco, e deve essere soprattutto sostenibile. (fonte: Startup Geeks).

Consigli finali

Sia i fondatori delle startup che i loro finanziatori possono costruire l'idea di un business plan basandosi su un servizio ospitato su una piattaforma che appartiene ad altri. L'ultima causa importante del fallimento di una startup risiede nel fatto che appunto perché ci si trova su una piattaforma altrui, non è possibile decidere sul destino del proprio bene e servizio. Quindi bisogna sì sviluppare nel modo più eccellente possibile il proprio bene o servizio da lanciare sul mercato, ma anche costruirsi una propria piattaforma da dove lanciare il suddetto prodotto. Un servizio o un prodotto difettoso può essere sempre perfezionato o aggiustato, ma bisogna essere liberi di farlo (fonte: Day One).

Il fallimento delle startup: sintesi

Come abbiamo visto, ci sono molte cause che possono portare al fallimento di una startup a pochi anni dalla sua fondazione. La mera sfortuna è una delle ragioni più frequenti. Il team sbagliato. Il prodotto sbagliato. La pubblicità sbagliata. Il pubblico sbagliato. La sottovalutazione della concorrenza (o l'ossessione per la stessa). Già sbagliare solo uno di questi fattori può portare una startup al fallimento. Per questo, la primissima cosa da fare è ideare una strategia precisa per occuparsi di questi fattori. Certo, fissarla su carta è importante. Ma è altrettanto necessario modificarla in corso d'opera o col passare degli anni. Proprio come la strategia del prezzo per il proprio bene o servizio.


News correlate





Samb: slitta ancora la sentenza per il fallimento
Notizie > Notizie Fallimenti

Fallito "daPrette" il re dei panzerotti di Padova
Notizie > Notizie Fallimenti