Pignoramenti

Esecuzione immobiliare: pignoramento a soggetto inesistente


Lo scorso Marzo, con l’ordinanza n.73, il Tribunale di Reggio Emilia, in materia di Esecuzioni Immobiliari, ha adottato una sentenza importante relativa ad un Trust ed un Pignoramento. Stando a quanto deciso dal Tribunale, il giudice dell’esecuzione immobiliare può rilevare d’ufficio l’invalidità del pignoramento, se lo stesso si rivolge ad un soggetto giuridico inesistente.

Il caso esaminato ha ad oggetto proprio un pignoramento eseguito nei confronti di un soggetto inesistente. In tal modo il rapporto processuale non può instaurarsi, neanche nell’esecuzione forzata, ma deve intercorrere per forza di cose tra soggetti e non può solo riferirsi ai cespiti aggrediti. Cos’è dunque accaduto?

Il giudice dell’esecuzione ha ritenuto che fosse suo compito verificare che l’atto di pignoramento non fosse affetto da vizi tali da annullarlo o renderlo inidoneo all’utilizzo.

Il Tribunale, nel prendere la sua decisione, ha richiamato una sentenza della Corte di Cassazione nella quale si stabilisce che, se la possibilità di assumere la veste di parte per il destinatario della chiamata in giudizio fa difetto, quest’ultimo, a causa della mancanza strutturale di uno dei soggetti del rapporto processuale, è inidoneo a realizzare il proprio scopo. L’atto che lo aziona deve essere, allora, dichiarato inammissibile.

Il principio era stato elaborato per il processo di cognizione, ma viene qui ripreso, nel caso di espropriazione forzata, visto che comunque si tratta di un processo dove le parti sono necessarie e non eventuali. Cerchiamo di capire meglio la vicenda: l’atto di pignoramento era stato notificato ad un trust, in persona del trustee. Il giudice dell’esecuzione e gli altri soggetti avevano così considerato il trust come se fosse un soggetto giuridico che svolgeva l’attività attraverso una persona fisica, il trustee.

L’errore è grave, perché in tal caso, il trust è stato trattato come un ente autonomo avente una propria soggettività giuridica. Il trust è invece un rapporto tra soggetti. Da ciò ne discende che gli elementi essenziali del pignoramento non possono essere rivolti al trust in quanto manca il destinatario della notificazione, dell’ingiunzione, dell’avviso e dell’avvertimento.

Ecco dunque perché si è reso ineseguibile il processo esecutivo cancellando il pignoramento trascritto.

Una dimostrazione di come, purtroppo, alle volte, anche la giustizia può prendere dei granchi!