Notizie Fallimenti

Crisi Ligresti, fallimento IM.CO. e Sinergia


Altre due note società milanesi sotto indagine: il PM ne chiede il fallimento

La Procura di Milano continua imperterrita le indagini relative al fiume di denaro finito nelle tasche di manager e consiglieri d'amministrazione del gruppo Ligresti nonostante la crisi dell’economia italiana avesse colpito profondamente anche le sue società.

La famiglia titolare della Fondiaria SAI, società detenuta tramite alcune partecipazioni della Pramafin. Dopo varie scoperte in mattinata ne è arrivata un’altra sconvolgente. I flussi di denaro erano prevalentemente a senso unico: cioè in uscita dalle quotate assicurative e in entrata verso le società di Salvatore Ligresti e figli. E vi è di più. Secondo una notizia riportata in data odierna da Il Sole 24 ore la storia aveva, spesso, gli stessi protagonisti: lo stesso notaio, gli stessi soggetti a vendere e comprare, spesso negli stessi giorni.

Visti gli ultimi avvenimenti quindi in mattinata il Pubblico Ministero Luigi Orsi ha depositato l’istanza di fallimento nei confronti di altre due società collegate alla famiglia Ligresti e cioè Im.Co. e Sinergia, al fine di verificare se effettivamente gli imprenditori in questione abbiano fatto versare alle società suddette più di quanto effettivamente dovuto. Se, come il Pubblico Ministero sostiene, questo sia avvenuto, i membri della famiglia Ligresti potrebbero essere incriminati per il reato di bancarotta fraudolenta.