Concordato Preventivo

C come concordato e coronavirus: addio alla storica casa editrice Utet


C come coronavirus, certo, ma per Utet, la prima casa editrice fondata in Italia, C sta anche per crisi e concordato. Sì, perché la gloriosa Utet Grandi Opere, nata a Torino nel 1791, dopo aver inanellato annate negative si vede ora costretta ad alzare bandiera bianca. E anche l'epidemia Covid-19 ha la sua responsabilità sulla decisione assunta dalla proprietà, la controllante Cose Belle d'Italia (Cbi) che è quotata e vede tra i suoi soci anche Gabriele Galateri di Genola, presidente delle Assicurazioni Generali. La richiesta di concordato preventivo, avanzata a fine marzo al tribunale del capoluogo piemontese, ha preceduto di poco la decisione di Cbi di sciogliere la società per "l’andamento delle partecipate e il contesto di mercato avverso, dovuto principalmente all’emergenza sanitaria in corso, che rendono impossibile elaborare un piano in continuità e di rilancio del gruppo". Il proprietario della quotata è Stefano Vegni che è anche consigliere delegato di Utet Go: il controllo sulla casa editrice è esercitato da un anno al 99,54% da Arca il cui 90% è di Cbi e il restante 10% di Marco Castelluzzo, presidente e amministratore delegato dell’editrice. Come riporta anche il Corsera, i numeri di Utet sono andati peggiorando di anno in anno a partire dal 2016 chiuso con 1,9 milioni di euro di rosso a fronte di ricavi per 13,3 milioni. Negli ultimi anni il fatturato è sceso sino ai 5 milioni del 2019. Secondo la proprietà la crisi dei ricavi si è innescata per via della concorrenza del web e delle vendite online, ma anche per il dimezzamento della rete di vendita a domicilio. A dare il colpo di grazia i 'tagli' delle banche e, infine, il coronavirus che ha reso impossibile la vendita porta-a-porta. Da qui la richiesta di concordato e di accedere alla cassa integrazione 'Covid-19' per i dipendenti. Si deve a questa storica casa editrice, nel 1841, la stampa della prima enciclopedia italiana, seguita pochi anni dopo, quando l'azienda divenne una vera impresa editoriale tipografica, dalla pubblicazione del primo dizionario della lingua italiana.


News correlate





Conbipel, la crisi prima del Coronavirus
Notizie > Concordato Preventivo

Acque Minerali Italia ammessa al concordato
Notizie > Concordato Preventivo