Asta Giudiziaria

Crescono le vendite giudiziarie a Pescara


Sono stati sottoposti a confisca 21 videopoker per un valore di 5 mila euro, abbigliamento, accessori e persino una porsche.
Domani saranno messi all'asta una Fiat 500, una Mercedes Clk ed una Porsche Carrera. A seguire venti gomme, settecento paia di occhiali, trentanove abiti da sposa, ventuno videopoker ed un pianoforte a mezza coda. La crisi porta ad eterne sconfitte e dietro questi beni ci sono storie di grande sofferenza.

Sono cinque gli avvisi di vendita all'asta targati Equitalia che sono stati pubblicati dal Comune

Dal 2 al 6 dicembre sono stati pubblicati i cinque avvisi targati Equitalia dei beni mobili sottoposti a pignoramento. Abbiamo uno scooter Aprilia Scarabeo venduto a 1000 euro, così come i venti pneumatici nuovi; una Fiat 500 nera a 2.125 euroe una Bmw serie 3 (2008) a 10 mila uero; c'è poi il pianoforte Lippmann a 4 mila euro, per il quale l'asta è prevista per il 15 dicembre, nel luogo in cui il pianofortoe si trova, ovvero via Po a Cepagatti.
Come possiamo osservare, la percezione è che l'espropriazione continui a crescere senza sosta. L'istituto di vendite giudiziarie conta un aumento continuo dei beni all'asta depositati in via Arrone. Eppure le aste vengono battute, ma i beni continuano a crescere perché la crisi si fa sentire fortemente anche a Pescara e la vendita all'asta diventa l'ultimo passaggio dopo che una persona non è riuscita a pagare le tasse o le rate.

La sezione abbigliamento

La sezione abbigliamento è molto variegata. Ciò che spicca è la presenza degli abiti da sposa di alto livello. Si contano: cinque abiti da sposo Renato Balestra - mentre, per quelli femminili -  uno Lillian, due Pastore, tre Virginio Spose, tre Gay Mattiolo, otto Mariella Burani, sette Bellantuono, dieci Bluemarine.
Le vendite giudiziarie, dunque, non risparmiano neanche il settore abbigliamento. Continua la kermesse con abiti da cerimonia, scarpe griffate, pantaloni e gonne, fino ai diecimila euro. Per citare qualche capo in particolare: si parte da 3.584  con dieci paia di scarpe da donna John Richmond, dieci Paciotti, dieci Valery Victoria, dieci Left & Right,dieci Emanuele Passeri, quattro Moscino for men. C'è poi uno stock dal prezzo molto più consistente: 62 mila euro per seicento paia di occhiali da vista di Allison, Esicor e Safilo, nonché un centinaio di occhiali da sole divisi tra Allison, Lozza e Prima Classe. Un prezzo del genere, molto probabilmente, porterà ad un'asta deserta con susseguenti ribassi che attireranno, invece, gli speculatori.

Tra gli altri beni all'asta videopoker e automobili

Per il 12 dicembre, in contrada Passo Carodne di Loreto Aprutino saranno vendute a 5.160,96 euro, ventuno videopoker. Torniamo a parlare di auto, che sono i beni che sembrano fare più gola. Abbiamo una Porsche Carrera che arriva da Chieti: rossa e di lusso finirà all'asta domani con un prezzo base di 18.000 euro. Ci sono, poi, berline d'epoca come una Mercedes Clk 270 che parte da 1.920 euro e varie utilitarie. Possiamo carpire come i pignoramenti riguardino sempre più gente comune, che non riesce ad andare avanti, a sostenere il prezzo delle rate, spesso troppo alte per una famiglia. Infatti, spesso viene anche venduto l'arredamento, dai salotti alle cucine, alle camere da letto.

Le imprese fanno fatica ad andare avanti

Molte sono le attività che sono state toccate dalle procedure esecutive. Si pensi alle imprese. Abbiamo camion, automezzi, furgoni. I debiti crescono e le aziende sono in ginocchio. Ancora ponti, macchinari per infissi, attrezzi per l'edilizia, presse. Non mancano i bar depauperati di ogni bene, dai tavoli, ai frighi, ai banconi e alle vetrine.

Cosa succede in brevis dall'espropriazione fino all'aggiudicazione all'asta al miglior offerente

Come abbiamo più volte spiegato, quando vi è un'espropriazione con una succesiva vendita all'asta, il prezzo base viene individuato nel verbale di pignormaneto, tenendo conto della stima dell'ufficiale giudiziario o del perito. Se la prima asta resa deserta, ovvero non si presenta nessuno, c'è un ribasso decrescente. Maggiore affluenza c'è per quelle aste dove il prezzo scende quasi fino allo zero. I partecipanti e la concorrenza qui aumenta.
Come avviene l'aggiudicazione? L'aggiudicazione al vincitore di questa lotta all'ultima offerta avviene in questo modo. Il prezzo offerto viene ripetuto due volte dal battitore d'asta, se nessuno effettua un rialzo, allora il miglior offerente viene proclamato. Il pagamento deve essere effettuato immediatamente. In contanti è ammesso un pagamento fino a mille euro. Invece, per importi superiori, va pagato, comunque, per intero mediante assegni circolari.