Esecuzioni

Convegno dal titolo "Le esecuzioni immobiliari"? a Termoli


L’incontro è avvenuto sabato mattina presso l’istituto Alberghiero “Federico di Svevia”, organizzato dall’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Larino.

Il seminario è stato suddiviso in tre incontri. Due di questi avranno luogo il 10 maggio e il 7 giugno.

Ad aprire le danze, facendo gli onori di casa, è stata la presidentessa dell’ordine, la dottoressa Liliana Smargiassi; il relatore del corso è, invece, il dottor Rinaldo D’Alonzo, Giudice del tribunale di Larino; il programma del corso prevede gli approfondimenti di questi argomenti, considerati, a tutti gli effetti, temi incisivi: la funzione dell’esecuzione forzata, l’individuazione del diritto pignorato, l’atto di pignoramento immobiliare e l’individuazione del bene pignorato, il professionista delegato (Requisiti, nomina, compiti), la responsabilità del professionista delegato, le operazioni di vendita, il decreto di trasferimento, l’esecuzione per credito fondiario, i rapporti tra esecuzione e fallimento.

Intanto la presidente dell’ordine, Liliana Smargiassi, ha parlato alla stampa di ciò di cui si è ampiamente discusso nella sala gremita di gente del convegno: “Questo evento è stato inserito nella nostra formazione obbligatoria perché tutti coloro che sono iscritti all’albo dei dottori commercialisti, esperti contabili, hanno l’obbligo deontologico della formazione, infatti, nell’arco di un anno solare i nostri iscritti hanno l’obbligo di fare almeno 30 ore di formazione di lezioni. La prima cosa che salta agli occhi – aggiunge la presidente, dall’alto della sua competenza – è la massiccia partecipazione in quanto gli iscritti sono più di 70. Purtroppo oggi l’esecuzione immobiliare è un qualcosa di strettissima attualità, considerando anche le difficoltà in cui vanno incontro sia le imprese che gli enti privati; le imprese per una situazione di criticità economica che ormai dura da svariati anni e i privati perché loro ovviamente interessati indirettamente in quanto l’azienda va male si trovano a non poter più sopportare le spese quelle che erano non so mutui contratti, finanziamenti fatti gli ultimi anni; oggi magari si trovano a dover sopperire a questi mancati introiti con il rischio dell’esecuzione forzata su degli immobili di loro proprietà. Questo riguarda proprio la possibilità che ha il creditore nei confronti di chiunque di agire su un bene immobile; parliamo appunto delle esecuzioni immobiliari, di appartamenti, immobili, terreni e purtroppo vediamo anche al Tribunale di Larino queste esecuzioni negli ultimi anni possiamo quasi dire che sono aumentate in maniera esponenziale”.