Aste Immobiliari

Come funzionano i mutui per aste immobiliari


L’acquisto di un immobile all’asta può consentire al fortunato aggiudicatario di poter ottenere uno sconto consistente sul valore di mercato della casa. Ed è proprio la possibilità di poter cogliere dei buoni affari a spingere molte persone ad avvicinarsi a un mondo che, in verità, è effettivamente ricco di occasioni. A patto, naturalmente, di disporre di una pronta liquidità per poter effettuare le operazioni previste in sede di aggiudicazione. Ma cosa si può fare se si desidera partecipare a un’asta immobiliare ma non si dispone della liquidità necessaria per poter pagare il controvalore dell’aggiudicazione?

Mutuo per aste immobiliari

Contrariamente a quanto avveniva un tempo, quando non era possibile accendere un finanziamento per poter supportare un acquisto immobiliare all’asta, da diversi anni – grazie a specifici accordi stipulati tra i Tribunali e diversi istituti di credito - è possibile accendere un mutuo finalizzato proprio a supportare il proprio desiderio di trovare casa in un’asta immobiliare. Ma cosa bisogna fare per non correre sgradite sorprese, e poter portare a termine l’aggiudicazione senza brutte sorprese ?

Cosa fare prima della gara

In primo luogo, qualche settimana prima dello svolgimento della gara, è bene cercare di controllare e identificare quali siano gli istituti di credito che possono concedere un mutuo ad hoc le aste immobiliari. A questo proposito, può essere utile ricordare come l'Abi (L'Associazione Bancaria Italiana) ha pubblicato sul proprio sito internet (abi.it) un elenco di tribunali ed istituti di credito ad essi convenzionati. Nell'elenco sono presenti decine di diversi tribunali italiani e, per ciascuno di essi, è altrsì presente l’elenco delle banche che sono disponibili a fornire un mutuo per questo tipo di operazione. L’elenco viene aggiornato periodicamente, e una rapida consultazione potrà probabilmente farvi rendere conto di come, anche nel tribunale di vostra circoscrizione, vi sia almeno qualche banca regolarmente convenzionata.

Richiedere il mutuo

Una volta che è stata identificata la banca presso la quale è possibile richiedere un mutuo per aste immobiliari, si può procedere all’effettiva richiesta del finanziamento. Lo step iniziale non può che essere quello di agire prontamente: anche se, sulla base della convenzione, i tempi di lavorazione delle richieste della clientela si sono notevolmente accorciati, non bisogna mai dimenticare che l’istruttoria potrebbe essere un po’ lunga, soprattutto per clientela non conosciuta dalla banca.

Dunque, una volta effettuata la richiesta del mutuo per l’asta immobiliare, la banca avvierà il suo iter di valutazione della domanda della clientela, comunicando la disponibilità – o meno - ad avviare la pratica di concessione del mutuo desiderato. Con tale disponibilità il cliente potrà pertanto partecipare serenamente all’asta immobiliare, ben sapendo che nel momento dell’aggiudicazione l’istituto di credito procederà a formalizzare tale facoltà. Il mutuo ipotecario verrà infatti formalmente acceso nel momento stesso in cui il giudice dichiarerà il trasferimento di proprietà dell'immobile al nuovo possessore.