Amministrazione Straordinaria

Ciet Impianti in amministrazione straordinaria dal 9 agosto


l 23 dicembre scade la cassa integrazione straordinaria per i lavoratori attualmente senza occupazione, aventi un’indennità di 750 euro al mese che dovrà essere sostituita con un’ulteriore cassa integrazione per l’amministrazione straordinaria.

L’amministrazione straordinaria ha lo scopo di risanare la società. Il commissario ne predispone il programma con le misure dirette a realizzare il risanamento entro il 9 febbraio 2014 che deve essere approvato dal Ministero. Da quella data saranno definiti i tempi di realizzazione del programma.

Le organizzazioni sindacali, unitamente alle Rsu, hanno chiesto un incontro che verrà realizzato entro i prossimi giorni per fare il punto della situazione alla luce anche dei provvedimenti definiti dal Tribunale Arezzo.,

I lavoratori devono ancora ottenere l’indennità del mese di luglio ed agosto. La situazione è molto critica.

Non sembra accettabile che i lavoratori, a causa della burocrazia del paese, debbano perdere il posto di lavoro ed aspettare 5-6 mesi per avere quanto gli spetta per cassa integrazione.

Sul territorio di Savona tale pratica è purtroppo molto diffusa. Si ricevono i denari della cassa integrazione con massimo ritardo. E’ necessario che le Istituzioni, a partire, dal Prefetto di Savona, sollecitino il Ministero ad emanare i decreti i tempi più snelli, rendendo anche veloce il pagamento degli interessati.

I lavoratori, purtroppo, si stanno sempre più indebitando con le banche. La situazione si complica. Il 31 dicembre dovrà poi essere ridiscusso l’appalto per la manutenzione della rete telefonica, così come avverrà per tutta la regione. Questo al momento è affidato ad Alpitel, azienda del Piemonte che in questo periodo ha avuto un atteggiamento affidabile e che nel 2012 ha assunto una ventina di lavoratori con contratti di lavoro stabili, in un settore che è ormai distrutto, grazie alle politiche di Governo degli ultimi 20 anni, con Telecom che è passata in mano agli stranieri.

La situazione di Savona è dei lavoratori della Ciet è emblematica, ma non certo distante dalla realtà italiana. Questa volta non è il bel paesaggio ed il buon cibo a renderci unici, ma la crisi del settore lavoro, dove da nord a sud si stende un’unica bandiera nera.


News correlate