Notizie Aste

Aste immobiliari e mobiliari tra Bologna e Padova


Una parte di Bologna viene messa in vendita all'asta ad un prezzo che in totale è pari a 10 milioni e 235.000 euro. E' stata organizzata dall'Asp cittadina, che nelle settimane appena finite ha realizzato un articolato elenco di beni da vendere e pochi giorni fa ha ricevuto l'autorizzazione da parte della giunta comunale (Palazzo d'Accursio ha il 97% delle quote dell'azienda per i servizi alla persona). Le somme che si spera possano essere ottenute "saranno destinate a interventi di manutenzione incrementativa del patrimonio immobiliare o ad altri investimenti- si legge in una delibera del Comune- a seconda delle esigenze dell'Asp". Non è la prima volta che dei beni sono venduti all'asta, senza ottenere nulla.

Le precisazioni interne all'atto

Nell'atto si può leggere che "non risultano ostacoli o vincoli" all'alienazione dei beni in elenco e che "il prezzo di vendita è stato determinato in base ai valori di mercato, così come documentato da apposite perizie di stima". La lista si apre con un fondo denominato "Corniolo", nel comune di Baricella: corte colonica, abitazione e rimesse, stalla, forno, porcilaia e diversi terreni. Il prezzo di partenza è stimato in 984.000 euro. 921.000 euro per il fondo "Predio Donzone", a Budrio: corte, abitazione e terreni. A San Giorgio di Piano, con 414.000 euro si vende il fondo "di sotto", costituito da un rudere, una parte di corte colonica e terreni. Il fondo "di sopra", ha un valore di un milione e 123.000 euro: abitazione, pollaio, corte colonica e anche qui svariati terreni. Si inizia da 431.000 euro, poi, per il fondo "Mascellaro" a San Giovanni in Persiceto, con abitazione e terreno.

L'elenco prevede al suo interno anche due appartamenti a Bologna: uno è collocato in via Treves (138.600 euro, con autorimesse) e l'altro in via Bentivogli (70.900 euro, con cantina). C'è poi quel lotto che da solo vale più della metà di tutta l'operazione: 6 milioni e 153.000 euro. Ci sono alcuni terreni nel comune di Argelato, collocati tra la via della Costituzione e via Centese. I terreni sono nei pressi del centro abitato e, soprattutto, sono inseriti all'interno del nuovo piano strutturale del comune di Argelato destinati ad "ambiti di potenziale localizzazione dei nuovi insediamenti urbani".

L'Asp potrebbe raccogliere fondi interessanti

Se le vendite andranno in porto, l'Asp potrà consentire un'ampia raccolta di risorse e permettere, così, il piano di rientro dal "rosso" con cui l'azienda è sorta, dopo la fusione delle precedenti tre aziende cittadine. Il bilancio 2015 ha un ampio disavanzo di 700.000 euro, già dimezzato rispetto al milione e 300.000 euro previsti in origine, tanto che ora l'Asp pensa di pareggiare il bilancio nel 2016, con un anno di anticipo sui programmi. Su tale percorso hanno una loro incidenza anche le alienazioni, come ha spiegato nei mesi scorsi l'assessore comunale alla sanità, Luca Rizzo Nervo. Ma "non è questo il cuore dell'operazione di risanamento dei conti", ha spiegato l'assessore: del resto, si parla di "poche case coloniali diroccate, in mezzo alla campagna, che stavano venendo giù" e con costi molto alti di manutenzione.

A Padova asta di beni mobili come oggetti smarriti e o mezzi rimossi

Una grande occasione per provvedere all'acquisto di biciclette o altri piccoli oggetti all’asta. Ci sarà una nuova asta di oggetti smarriti o rimossi all’Istituto vendite giudiziarie di via Venezia 77.
L’incanto avverrà venerdì prossimo alle 15.30 e avrà per la maggiore ad oggetto biciclette. Sono quelle dimenticate dai proprietari o “sequestrate” dalla polizia municipale perché parcheggiate male e mai più richieste indietro. In molti infatti preferiscono lasciare la bici al Comune anziché pagare la multa molto costosa a seguito della rimozione. Ci sono circa 47 biciclette: 14 da uomo, 23 da donna, 8 mountain bike e una “Graziella” rossa.una bici da corsa della Bemmex, azienda padovana di Sant’Angelo di Piove. Sono tutte quelle raccolte tra il 2013 e il 2014. Se qualcuno volesse prendere visionee prima le biciclette lo può fare, andando all’istituto di via Venezia, tra le 9 e le 12 dello stesso giorno dell’asta.
Non abbiamo solo biciclette: venerdì saranno messi in vendita anche tre smartphone della Apple. Si tratta di un iPhone3, un iPhone4 e un iPhone5C, che hanno un colore nero.
Sempre mantenendosi in ambito tecnologico saranno venduti un iPod (stavolta di colore nero e argento) e una console portatile Nintendo Ds Lite.
Saranno messi in vendita ombrelli, caschi, autoradio, catenine, anelli e orologi. Un cavalletto trepiedi “Heiwa Hs 302B” e quattro cerchi in lega marcati Mercedes con pneumatici Pirelli 245/45/R17.