Notizie Aste

Asta Nuove Linee Lecco deserta


Il bando per l’acquisto della società di trasporto privatizzata lo scorso anno dall’Amministrazione del Comune di Lecco non ha avuto successo.

L’amministratore unico della società, Renato Muratore, ha commentato che si trattava del primo esperimento di gara, a fronte delle due manifestazioni di interesse degli scorsi mesi.

Le aziende interessate erano Autoguidovie di Milano e Sal Lecco.

Non è il giusto momento per acquistare società. Le regole per il trasporto pubblico locale, inoltre, non sono molto chiare. Va considerata anche la base d’asta di 3,4 milioni di euro, che non è poca cosa. Non bisogna, però, fermarsi a questo aspetto. Le due aziende faranno altre considerazioni sicuramente. E poi, sovente, si può cambiare idea.

Della cosa dovrà occuparsi, ora, il sindaco Virginio Brivio e la giunta lecchese, che dovranno prendere altre strade o abbassare la base d’asta puntando ad un prezzo minore. Questa, però, sembra la strada più perseguibile.

Il 24 aprile Muratore andrà a presentare il bilancio 2013 di Linee Lecco all’Amministrazione comunale, in questo modo gli interessati valuteranno lo stato di salute dell’azienda.

Nel report 2012, la ditta aveva ricavi pari a 7.418.211 euro, ma i costi erano stati superiori, pari a 7.560.617,99 euro, con una perdita di 74.335,09 euro, sicuramente minore rispetto al bilancio 2011, dove la società aveva un passivo di quasi 200mila euro.

La società di trasporto pubblico locale del Comune di Lecco, era nata come azienda pubblica di trasporti nel 1973.

Si è trasformata nel corso degli anni. Con Fausto Crimella alla guida della società erano stati acquistati cinque autobus, era stato speso poco più di un milione e resi alcuni servizi ai Comuni, come a Valmadrera, Ello, Dolzago, Bulciago e Cassago Brianza.

L’azienda aveva, poi, ottenuto la possibilità di gestire la manutenzione dei mezzi di Lario Reti Holding ed era stato firmato un contratto con la Icam per il trasporto dei dipendenti da Lecco al nuovo stabilimento di Orsenigo.

L’investimento Crimella lo aveva fatto sui parcheggi: si contano circa 612 mila euro spesi per aumentare i posti auto di 1.245 unità.

I parcheggi gestiti da Linee Lecco, oggi, sono i seguenti: il parcheggio interrato all’ospedale Alessandro Manzoni, a pagamento dall’agosto 2012, oltre ai posteggi di via Parini, via San Nicolò, viale Dante, lungolago Cesare Battisti, via Marco d’Oggiono, via dell’Isola, piazza Manzoni e via Trieste.