Notizie Aste

Asta deserta per gli Ospedali Riuniti di Bergamo


Nonostante la fiducia del sindaco Franco Tentorio e dell’assessore all’Urbanistia Andrea Pezzotta, che avevano mostrato segni di fiducia, l’asta di qualche giorno fa è rimasta deserta. Era la seconda riguardante il complesso degli ex Ospedali Riuniti di largo Barozzi.

Si conta un’area di 142mila metri quadri, sgombra da Dicembre, in quanto l’azienda ospedaliera è stata trasferita nel nuovo ospedale Papa Giovanni XXIII realizzato alla Trucca.

Il bando di gara di Infrastrutture Lombarde ha un prezzo base di 76 milioni 185mila euro, ma non ha attratto alcun privato.

Già nel 2009 la prima asta era andata deserta, con una base di 95 milioni di euro.

L’assessore all’urbanistica, Andrea Pezzotta, ha spiegato che bisogna rivedere la situazione con la Regione Lombardia.

Sembra, però, che un ente pubblico governativo, ancora ignoto, potrebbe investire parte della sua liquidità acquistando l’area al prezzo richiesto, di 76 milioni, in attesa che il mercato immobiliare si riprenda, potendo così rivendere il complesso e guadagnare.

L’area potrebbe essere utilizzata per collocarci alcuni servizi pubblici, in modo da non degradarla, garantendo una certa sicurezza e presidio alla zona.

La questione del Riuniti è molto importante per Bergamo, soprattutto per il ritorno economico a favore del comune. C’era un vero e proprio progetto per l’area con ludoteca, centro anziani, asilo nido, centro di aggregazione giovanile. Il privato aggiudicatario avrebbe dovuto creare un impianto sportivo di 5 mila metri quadri, per l’Università, cittadini e associazioni, cedendo 10 mila metri quadri per la costruzione di alloggi per studenti ed insegnanti fuori sede.

In cambio il privato avrebbe ottenuto un maxilotto da circa 130mila metri quadrati edificabili in una zona centrale di pregio. Per il momento, le cose, però, restano ancora una volta ferme.