Notizie Aste

All'asta la lettera d'addio di Valentino Rossi alla Yamaha


Lo scritto donato dal Dottore per beneficenza acquistato per 27mila euro

Una lettera d’addio che poi si rivelerà solo un arrivederci. Una lettera che sanciva, con parole di profondo rispetto, la fine di un amore vero. E che oggi, dopo anni, finisce all’asta, sempre per amore. Era il 2010 quando sul volo che lo portava a Brno si consumava il divorzio (letterario e agonistico) tra Valentino Rossi e l’amata Yamaha M1, la moto della leggenda. In quelle righe, scritte di proprio pugno e di getto, il pilota di Tavullia, in procinto di passare alla Ducati, metteva nero su bianco le tante emozioni vissute in sella alla ‘freccia blu’.

La missiva dedicata alla M1 all'asta per salvare la piccola Freja

Ora, quella missiva firmata da Valentino è finita all’asta per una buona causa. Il Dottore ha infatti deciso di donare lo scritto per sostenere la campagna ‘Save Freja’, la bambina australiana di 5 anni cui è stata diagnosticata una grave forma di tumore. Ebbene, la lettera di Rossi è stata battuta all’asta sul sito australiano Shannonscharity nell’ambito dell’iniziativa benefica sostenuta anche da altri piloti della MotoGP.

Ben 23 le offerte pervenute

Il gesto di Valentino è stato apprezzato da molti per il profondo valore della lettera, gelosamente conservata in questi anni da William Favero e capace di raccogliere ben 23 offerte, la migliore delle quali di 40mila dollari australiani, circa 27mila euro. L’acquirente, rimasto anonimo, si è dunque assicurato lo scritto autografo che racchiude uno dei momenti chiave della carriera del Dottore. Con la M1, infatti, Rossi ha vinto la bellezza di 4 campionati mondiali in 7 anni.