Concordato Preventivo

Anm è salva: via libera dei territori al piano concordatario


L'azienda dei trasporti di Napoli – l'Anm – ha avuto il via libera al piano concordato dal valore di 180 milioni di euro. Se sarà rispettato l'azienda eviterà il fallimento. Aveva fatto domanda di concordato due anni fa. Buone notizie quindi per i creditori che potranno essere pagati e per i dipendenti che potranno vedersi riconosciuti gli arretreti, i premi di produttività e il Tfr. Il concordato è passato con il voto favorevole di una larga maggioranza di creditori. Ha votato a favore anche l'Eav, la società partecipata della Regione Campania. Solo in sei sono stati contrari. Ora ci sarà anche il via libere al contratto per il filobus: entro il prossimo anno dovrebbe essere così aperto il cantiere della ferrovia R4.

Nei giorni scorsi, intanto, l'amministratore Unico di Anm Nicola Pascale ha firmato il contratto per l'assunzione a tempo determinato di 100 autisti di autobus. I lavoratori verranno assunti dalla società di somministrazione vincitrice della gara d'appalto che avvierà da lunedì 28 ottobre le procedure di selezione, che avverranno per titoli ed esami e saranno seguite da una attività di formazione per i candidati idonei. In fase concordataria non è possibile assumere personale a tempo indeterminato ma l'azienda ha voluto comunque guardare al futuro, come ha spiegato ad Ansa lo stesso Pascale: “"Ci muoviamo su due direzioni guardando attentamente ai conti ma anche lavorando con il coraggio di investire per migliorare ogni giorno il servizio che diamo alla città. Anm ha bisogno di forza lavoro in tutti i settori, dagli addetti alla manutenzione, ai servizi tecnici, ma il primo ambito su cui abbiamo deciso di intervenire appena possibile è stato quello degli autisti”.


News correlate

Pozzoli Food spera nel concordato
Concordato Preventivo

Sansedoni, c'è l'ok al concordato
Concordato Preventivo


L’omologazione del concordato
Concordato Preventivo