Notizie Aste

All’asta la prima edizione “Le avventure di Pinocchio de Collodi”


La prima edizione in formato libro de "Le avventure di Pinocchio de Collodi" è stata venduta all'asta presso la Libreria Antiquaria - Casa d'aste Gonnelli 1875 di Firenze. I suoi gestori hanno spiegato a EFE, agenzia di stampa spagnola, che si tratta di un vero tesoro, poiché è "la prima edizione stampata del libro che raccoglie le consegne del racconto in giornale".

Il volume contiene le famose vignette di Enrico Mazzanti, che diedero alla celebre bambola il suo aspetto definitivo.

Nella sezione dedicata alla letteratura italiana spiccava la versione definitiva del racconto in formato libro. Questo è illustrato da Mazzanti con 62 divertenti vignette, una copia apparentemente introvabile nel mercato dei libri antiquari.

L'autore: Carlo Lorenzini in arte Collodi

Carlo Lorenzini, che adottò lo pseudonimo di Carlo Collodi perché era il nome del paese dove era nata la madre, pubblicò il primo capitolo dell'opera il 7 luglio 1881 su "Il giornale per i bambini ", da lui stesso diretto.

Per due anni ha deliziato i più piccoli con le avventure di questo ragazzo di legno. Ha scelto il titolo " La storia di un burattino ". Poi ha raccolto i singoli episodi in un libro, che è stato pubblicato come "Le avventure di Pinocchio".

Carlo Collodi, pseudonimo di Carlo Lorenzini, è stato un giornalista e scrittore italiano. Noto per essere stato l'ideatore del classico della letteratura per ragazzi Pinocchio. Non iniziò però a scrivere letteratura per bambini fino all'età di cinquant'anni. Il capitolo di apertura di Pinocchio apparve nel 1881 Il Giornale dei bambini, il primo quotidiano italiano per bambini, e fu un successo immediato.

La storia di Pinocchio

Pinocchio è molto più di uno dei grandi classici della letteratura italiana: è un'opera essenziale per la sua deliziosa miscela di crudeltà, umorismo e fantasia. Il burattino Pinocchio impara dai propri errori, corregge la propria incostanza. Soprattutto diventa un essere umano responsabile grazie ai buoni consigli del Grillo Parlante, che è la voce della sua coscienza. Contribuiscono alla sua formazione anche Geppetto e la Fata, che personificano il paterno e il materno amore, rispettivamente.

Carlo Collodi ci regala una bellissima e duratura parabola di redenzione e di raggiungimento della maggiore età che può essere goduta da lettori di tutte le età. La storia del burattino che prende vita e diventa un bambino di legno ha catturato l'interesse del pubblico grazie alla forza simbolica dei suoi personaggi. La loro immaginazione e le loro avventure sono un ritratto realistico dell'infanzia dell'autore, con cui i lettori più piccoli potrebbero identificarsi senza problema. Inoltre, Pinocchio piace anche ai genitori, poiché contiene una soddisfacente lezione morale. Sei egoista, disobbediente e ti comporti male, le tue azioni non avranno le migliori conseguenze. La rilevanza del suo lavoro non ha smesso di crescere da quando continuano ad essere realizzati adattamenti cinematografici, teatrali e persino operistici.

La prima edizione di Pinocchio

Il mese scorso gli amanti del collezionismo hanno sognato di entrare in possesso della prima versione in formato libro di questo racconto universale. L'edizione comprendeva 62 vignette realizzate dall'illustratore italiano Enrico Mazzanti.

Oltre alla revisione del testo del racconto effettuata da Carlo Lorenzini (Carlo Collodi), hanno spiegato i promotori dell'asta, questa edizione è stata determinante per l'iconografia di Pinocchio, personaggio che ha raggiunto la celebrità quando è stato trasformato in un film di Walt Disney nel 1940.

Grazie a Mazzanti, che aveva già illustrato le opere di Collodi per la tipografia Paggi, il burattino ricevette la sua prima vera configurazione, oltre a confermare pienamente l'universo figurativo della storia rispetto agli altri personaggi.

Il volume non è in collezioni private, secondo i promotori dell'asta.

La versione cinematografica

Gli organizzatori dell'asta hanno sottolineato che questa edizione è stata decisiva anche perché in essa il Mazzanti, che aveva già illustrato precedenti opere di Collodi, ha dato al burattino di legno più amato sul grande schermo la sua prima e vera composizione.

"Le avventure di Pinocchio" è una delle storie più conosciute a livello internazionale ed è stata portata sul grande schermo in numerose versioni. La più popolare è quella di Walt Disney. Vincitore di due Oscar (miglior canzone e miglior colonna sonora), il film ha portato la popolarità del personaggio su scala globale. Nel frattempo, il personaggio era diventato simbolo di un'Italia unita. La attraversò culturalmente e alimentò un immaginario comune capace di contribuire a unire il ricco nord industriale con il sud povero e contadino nonostante le loro differenze inconciliabili.

Una storia italiana

Oltre ad essere una delle più tradotte della letteratura per l'infanzia, la creazione dello scrittore Carlo Collodi fa parte dell'identità italiana. Quest'anno ricorre il 135° anniversario della sua pubblicazione originale, ma il personaggio rimane rilevante e popolare in tutto il mondo.

Influenzato dai racconti della mitologia classica e medievale, in Pinocchio è possibile riconoscere elementi che lo legano all'alchimia o alla Kabbalah attraverso leggende come quella del Golem. Ma ha anche evidenti legami con Frankenstein, il gotico romanzo dell'inglese Mary Shelley. Con questo romanzo condivide l'avida ricerca umana per conquistare il mistero della creazione della vita, ma ci permette anche di comprendere il tono cupo che colora molti episodi del romanzo, come quelli che si svolgono durante il capitolo XV, in cui alcuni ladri derubano il protagonista e lo appendono appeso al ramo di una quercia.

Uno dei modi per misurare la notorietà di un'opera è verificarne l'influenza sulla cultura popolare. Questo esercizio ci permette di avere un'idea della statura mitica che Pinocchio ha acquisito, soprattutto durante la seconda metà del XX secolo. Cinema e fumetti sono venuti da lui in modo ricorrente alla ricerca di qualcosa di più dell'ispirazione. Basti pensare all'influenza che Pinocchio ha avuto sul premio Oscar Roberto Benigni e al sempre crescente numero di visitatori che ogni anno scelgono come meta il Parco Pinocchio.

Photo Credits via gonnelli.it


News correlate



All'asta un Canaletto da 1.2 milioni di euro
Notizie > Notizie Aste

All'asta l'Aston Martin di Sean Connery
Notizie > Notizie Aste

Hemingway, all’asta il suo bastone da passeggio
Notizie > Notizie Aste