Notizie Aste

All'asta gli oggetti di "The Crown" di Lady D


La serie The Crown ha nel corso del tempo coinvolto tutti gli appassionati degli affari dei reali inglesi, ripercorrendo parte del secolo scorso e degli ultimi decenni e raccontando le vicende della famiglia senza peli sulla lingua. Qualsiasi sia il parere dello spettatore, Netflix è riuscita a far parlare della sceneggiatura, dei costumi e della ricostruzione storica, tanto che le ultime stagioni sono state tra le più attese dell'intera piattaforma. Proprio per cavalcare l'onda di questo successo e perché, come è noto, le vicende di una delle regine più longeve della storia e di tutto il palazzo reale sono sempre di grande interesse, è recente la notizia di un'asta che riguarderà proprio la serie tv The Crown, proponendo a tutti gli appassionati i cimeli più iconici del set e degli attori. Si tratta di un momento di forte interesse non solo per gli amanti del cinema e delle serie, ma anche per tutti coloro che si sono interessati alla Royal Family e hanno conosciuto e approfondito le vicende puntata dopo puntata. Se la notizia ha destato la tua attenzione, vediamo quando segnare l'appuntamento in agenda e quali sono i pezzi più interessanti che verranno battuti prossimamente, in quello che si preannuncia uno dei momenti più caldi delle aste 2024.

Abiti, oggetti e ricostruzioni storiche: questo e molto altro è previsto per l'asta a tema The Crown

Tra gli aspetti più riusciti della serie The Crown di Netflix troviamo certamente costumi e sceneggiature, che sono stati minuziosamente ricreati per dare allo spettatore l'illusione di trovarsi di fronte quasi a un documentario e non a una finzione cinematografica. Gli abiti, la scelta dei colori e i gioielli sono infatti parte integrante del fascino della famiglia reale e svolgono un ruolo di primo piano nel racconto dei fatti principali della famiglia. Gli appassionati potranno quindi mettere le mani sulla fedele riproduzione dell'abito di Diana, detto anche Revenge Dress, risalente al 1994 e indossato proprio quando il marito Carlo, ormai allo scoperto, ha annunciato la sua relazione con Camilla e ha deciso di viverla alla luce del sole. Non si tratta dell'originale, ma comunque è un pezzo davvero interessante da aggiungere alla propria collezione, sia che questa si basi sull'amore per il cinema e le serie televisive sia che si impronti su un interesse verso la famiglia reale e i suoi accadimenti storici. Oltre agli abiti, che hanno un fascino innegabile per la minuziosa attenzione al particolare nella loro riproduzione, i fan avranno la possibilità di contendersi e acquistare una riproposizione della facciata del celebre numero 10 di Downing Street, che come è noto è sede da anni del Primo Ministro britannico, al centro delle questioni politiche della nazione e strettamente connesso con la Famiglia Reale nel corso della storia. I momenti che si susseguono e sono rappresentati sono numerosi e tutti di importanza fondamentale. Per rievocarli al meglio è stata messa all'asta la carrozza d'oro in una riproduzione davvero fedele, che consente di visualizzare nitidamente Carlo e Diana nel giorno del loro matrimonio e durante le diverse apparizioni pubbliche. Addirittura, il catalogo prevede una creazione identica del trono dedicato all'incoronazione, chiamato anche St Edward's Chair tra i più informati. L'asta è una delle più attese della stagione non solo per il valore simbolico e storico della serie, ma anche per la grande varietà di pezzi che è in grado di proporre, coinvolgendo diversi profili di collezionisti e facendo presagire importanti cifre per portarsi a casa parte dei lotti più prestigiosi.

Un numero di pezzi importanti per celebrare il successo di The Crown

Una serie longeva come The Crown, che ha saputo proporre ben 6 stagioni dal successo crescente e seguite da un numero elevato di fan, non poteva che proporre un'asta ricca di pezzi e di possibili investimenti. Sono infatti circa 450 gli abiti, gli oggetti e le riproduzioni di scena che gli appassionati potranno acquistare, dando sfogo al desiderio di possedere un cimelio che parli della Famiglia Reale e dei suoi momenti più importanti. Alcuni prezzi sono già stati resi noti e la base d'asta dei principali oggetti non è affatto contenuta. La carrozza, ad esempio, ha un valore stimato di 30.000-50.000 sterline, ma chissà se la lotta si farà ancora più aspra e il valore lieviterà nel corso delle due vendite. Ancora, elevato è il prezzo del Reverge Dress di Diana o della porta di Downing Street, ma la vera bellezza di questa asta consiste nella possibilità di portarsi a casa un oggetto anche per poche sterline. Avete sentito bene, se amate la serie ma non potete permettervi cifre da capogiro, sono stati inseriti cimeli da 60-80 sterline, come un bastoncino da Champagne usato dalla Regina durante una delle scene più importanti.

Quando e dove immergersi nel mondo di The Crown

L'asta dedicata a The Crown è stata promossa da Bonhams, una casa d'aste che ha compreso il valore della televisione moderna e il potere delle serie televisive nel mondo attuale. Sono state previste ben due vendite, delle quali una online per consentire di partecipare agli interessati anche da remoto, ma lasciando comunque il fascino dell'asta in presenza per coloro che amano questa avvincente modalità. Oltre a vedere i pezzi da vicino, l'adrenalina che produce la partecipazione diretta è una delle componenti alle quali alcuni collezionisti non possono proprio rinunciare come parte della conquista e dell'acquisto. Le date sono state quelle del 30 gennaio - 7 febbraio, facendo iniziare il 2024 con un appuntamento imperdibile dal punto di vista artistico, storico e culturale. Prima di battere i lotti e consentire agli amanti della serie di possedere direttamente un cimelio importante, la mostra ha già conquistato città difficili da interessare come New York, Parigi e Los Angeles, abituate ad aste di grande caratura, che hanno però saputo apprezzare la modernità e allo stesso tempo il fascino vintage di questa raccolta. La sede principale dell'asta è però quella iconica di Bond Street a Londra, che ospita periodicamente alcuni degli appuntamenti più importanti dell'anno per i collezionisti e mantiene un fascino indiscusso.

Non solo una semplice asta, ma un modo di promuovere The Crown

Quella dedicata a The Crown non rimarrà nella storia come una semplice asta, in quanto ha un fine nobile e volto ad accrescere il potenziale cinematografico dei nostri anni. Parte del ricavato, infatti, verrà devoluto alla National Film and Television School, come parte di un interessante programma chiamato Left Bank Pictures - The Crown Scholarship. Si tratta di corsi e appuntamenti dedicati alla formazione di registi, scenografi e altre figure legate al cinema e al mondo della televisione, nell'ottica del cambiamento di rotta dato dalle serie televisive e dal loro modo tutto nuovo di raccontare storie. L'auspicio è che in futuro siano prodotte sempre più serie come The Crown, in grado di coniugare veridicità storica, pathos narrativo e personaggi altamente caratterizzati, oltre che scenografie e costumi di qualità elevatissima, che verranno appunto contesi dagli appassionati durante l'asta della quale il settore è in fervente attesa.

Bonhams, garanzia di affidabilità e modernità

Charlie Thomas, l'attuale direttore delle collezioni della Casa d'Aste, ha avuto modo di presentare l'appuntamento, definendolo come un'esposizione di un pezzo di storia della televisione moderna. Lo scopo è evidenziare come le serie TV possano raggiungere un elevato valore artistico, abbandonando l'etichetta di televisione di serie B. Ciò avviene dando attenzione alla storia, ai costumi e alla scenografia, permettendo allo spettatore di immergersi nel ritmo incalzante delle vicende, senza però ignorare la ricostruzione corretta dei fatti. Ogni lotto è verificato dal punto di vista dell'autenticità, così che ogni collezionista possa avere la certezza di trovarsi davanti all'abito e all'oggetto di scena che arricchisce la sua collezione.

Un flash sui costumi

Uno dei lotti più attesi per la prossima mostra di The Crown è quello dedicato ai costumi, che sono stati realizzati da 3 diversi professionisti nel corso della serie. Per quanto riguarda la prima stagione, la mano è quella di Michele Clapton, designer di fama internazionale, esattamente come Jane Petrie, intervenuta nella seconda stagione, e Amy Roberts, che ha proseguito il lavoro dalla terza alla sesta stagione. Nonostante il tocco sia diverso, si è cercato di mantenere un comune denominatore per quanto riguarda abiti e costumi, cioè una riproduzione minuziosa e accurata della realtà, facendo anche in modo che ogni pezzo caratterizzasse ancora maggiormente il personaggio, esemplificando il suo stato d'animo e l'umore in un preciso momento storico, dagli eventi più iconici ai momenti di vita familiare e quotidiana. Gli amanti della serie hanno infatti apprezzato notevolmente la volontà di riprodurre i fatti mettendo al primo posto il valore storico, ma fornendo anche una chiave ulteriore e senza parole per comprendere i protagonisti e i personaggi secondari. La creatività è quindi un elemento essenziale della buona riuscita della serie, coinvolgente e appassionante anche nei momenti più didascalici e descritti, proprio perché gli abiti e i costumi hanno saputo rendere l'atmosfera suggestiva e catturare lo sguardo. Queste sono le premesse di uno degli eventi che certamente farà più parlare di sè per questo 2024, con previsioni di spese importanti per portarsi a casa gli oggetti e gli abiti principali. Tuttavia, si tratta di un'asta con spirito inclusivo e con pezzi iconici dal costo basso, così da permettere a tutti di prendere parte alla celebrazione della serie.

Image by vanityfair.it


News correlate

In asta le opere di Louis Fratino
Notizie > Notizie Aste

All'asta gli abiti di Marilyn Monroe
Notizie > Notizie Aste

All'asta l'unico dipinto dei Beatles
Notizie > Notizie Aste