Aste on line

All’asta i diamanti della regina Maria Antonietta


La filiale ginevrina della casa d'aste Christie’s, il prossimo 9 novembre, indirà un' asta gioielli regina Maria Antonietta. Per la precisione, metterà in vendita due bracciali ricoperti da oltre un centinaio di diamanti dal taglio antico. Questi diamanti formano le tre file che compongono ciascun bracciale. La regina li aveva commissionati nel 1776 al gioielliere Charles August Boehmer per 250.000 livree. La casa d'aste intende venderli insieme. E il prezzo di partenza si aggira tra i 2 e i 4 milioni di dollari. Ma anche in considerazione di precedenti aste riguardante i beni della regina di Francia, il potenziale compratore potrebbe aggiudicarsi i due bracciali a un prezzo molto superiore.

Come sono finiti all'asta

In seguito alla rivoluzione francese avvenuta tra il 1789 e il 1799, Maria Antonietta, insieme al re Luigi XVI e ai figli, aveva lasciato Versailles per raggiungere il Palazzo delle Tuileries, con il progetto di lasciare la Francia. Per questa ragione, la regina aveva spedito i suoi gioielli in una cassa di legno al conte Mercy-Argenteau, che all'epoca si trovava a Bruxelles, perché giungessero in Austria. La sorella di lei, l’arciduchessa Maria Cristina d'Asburgo-Lorena, governava i Paesi Bassi, ma dopo la rivoluzione, aveva dovuto tornare a Vienna. Proprio in questa località venne accolta Maria Teresa di Francia, conosciuta come Madame Royale, la figlia superstite della famiglia reale francese ormai sterminata.

I suoi genitori erano stati infatti giustiziati, e suo fratello, Luigi XVII, era morto durante la prigionia. Maria Teresa, giunta in Austria, aveva ricevuto i gioielli della madre nel 1796. Dopo la rivoluzione, l’imperatore Francesco II d’Austria aveva fatto aprire la cassa contenente i gioielli della defunta regina di Francia per effettuare un inventario dei beni regali. In un dipinto di Antoine-Jean Gros del 1816 è possibile vedere Maria Teresa ritratta con i bracciali che adesso partecipano all' asta gioielli regina Maria Antonietta. Ma prima, i gioielli reali sono passati tra le mani dei nipoti di Maria Teresa, ovvero il Conte di Chambord, la Contessa di Chambord e la Duchessa di Parma.

I beni della regina finiti all'asta

Prima di concentrarsi sull' asta gioielli regina Maria Antonietta, è bene precisare che questi non solo gli unici beni appartenuti alla regina di Francia che sono stati venduti tramite questa formula. Nel 2020, per esempio, la casa d'aste Osenat ha venduto Versailles una sua scarpa in seta chiara e pelle di capretto di colore bianco. La scarpa calzava un piede destro ed era lunga 22,50 cm. Sul suo tacco in cuoio era presente la dedica: "scarpa di Maria Antonietta donata a M.de Voisey". Dopo aver fissato un prezzo iniziale tra gli 8.000 e i 10.000 euro, la casa d'aste ha venduto il bene per 43.750 euro a un collezionista privato straniero.

Sempre nel 2020, Osenat ha messo all'asta uno dei molteplici bauli in legno e pelle che la regina utilizzava durante i suoi viaggi. Per la precisione, quello destinato alla "camera da letto della regina numero 10", almeno stando all'iscrizione presente sul coperchio con dei piccoli chiodi in ottone. Il baule, realizzato nel 1780, misurava 111 cm di lunghezza, 51 cm di larghezza e 48 cm di altezza. Ed è stato venduto per oltre 40.000 euro. Un grande tovagliolo, appartenuto a re Luigi XVI e adoperato durante il pranzo tenutosi in occasione della sua incoronazione, sempre presente nel lotto dei beni di Maria Antonietta, è stato invece venduto per 14.500 euro.

I gioielli

Nel 2018, la filiale ginevrina di Sotheby's ha indetto l'asta “Noble Jewels” per i gioielli appartenuti a nobili. In tale occasione, la casa d'aste ha presentato un centinaio di pezzi appartenuti alla regina di Francia. Il pezzo più importante era un pendente composto da una perla naturale a forma di pera e dei diamanti. Il suo compratore ha speso 36,1 milioni di dollari per ottenerlo. Ma il pezzo più intimo e personale era un piccolo anello di diamanti con incise le iniziali "M.A.". L'anello conteneva una ciocca dei suoi capelli. Il suo acquirente se l'è aggiudicato per 443.000 dollari. La collezione della regina ha fruttato in totale 42,7 milioni di dollari.

Chi non fosse interessato a partecipare a un' asta gioielli regina Maria Antonietta, può comunque ammirare alcuni esemplari esposti nei musei. Come gli spilloni di diamanti nel Museo di Storia Naturale a Parigi. O le perle nel Museo Nazionale di Storia Naturale di Parigi. Oppure il fermaglio di braccialetto in smalto azzurro e diamanti con la cifra, regalato alla regina per le sue nozze, esposto al Victoria and Albert Museum di Londra. Per non parlare della coppia di medaglioni con i profili di Luigi XVI e Maria Antonietta presenti alla Biblioteca indipendente di Londra. Ma la regina possedeva anche i gioielli della Corona, come il diamante Grand Sancy ospitato dal Museo del Louvre.

Non i primi gioielli messi all'asta da Christie's a Ginevra

Il 12 maggio di quest'anno, la Christie's di Ginevra ha già indetto l'asta denominata "Magnificent Jewels", Tra i suoi 144 lotti, erano presenti una parure di zaffiri e diamanti appartenuta alla figlia adottiva di Napoleone I e una corona di zaffiri indossata da Maria II di Braganza, Regina di Portogallo. In quanto ai diamanti non montati, era presente uno rettangolare con taglio a gradini stimato quasi 11 milioni di euro. Per non parlare dell'asta benefica Only Watch, ideata da Luc Pettavino, che la Christie's indice a cadenza annuale dal 2012. Il ricavato della vendita di orologi di lusso, soprattutto di quelli realizzati dall'azienda Patek Philippe, finanziano la ricerca sulla distrofia muscolare.

L' asta gioielli regina Maria Antonietta: note finali

Chiunque abbia interesse ad aggiudicarsi i due bracciali della regina di Francia, può prenotare un soggiorno presso il Four Seasons Hotel des Bergues. In questa sede, Christie’s indirà la sua asta. Ma verranno esposti anche dei gioielli realizzati da Boucheron, Bhagat e Van Cleef & Arpels e Cartier. E a proposito di Cartier, la casa d'aste presenterà un bracciale in oro bianco con due grandi rubini incastonati. Questo apparteneva a Wallis Warfield Simpson, moglie del duca di Windsor che ha abdicato al trono per convolare a nozze con lei. Sembra che l'evento farà molto parlare di sé, a prescindere dall'esito finale. Per gli appassionati di gioielli, è un appuntamento da non perdere.


News correlate



Aste online affidabili
Notizie > Aste on line