Notizie Aste

All'asta i capelli dell’imperatore Francesco Giuseppe


In tema di aste insolite, stavolta una cifra record è toccata alla ciocca di capelli di un anziano gentiluomo. Ben 13.720 euro per i capelli di Francesco Giuseppe, penultimo imperatore d’Austria e re di Ungheria, presso il Dorotheum di Vienna, in mezzo a tanti altri oggetti. Ma perché un interesse così ampio per una ciocca di capelli?

Difficile capirlo. I capelli erano riposti in un astuccio di raso e velluto e sono stati acquistati da un ristoratore viennese che possiede una raccolta privata di cimeli degli Asburgo.

Il prezzo base era di soli 400 euro e le stime della casa d’aste, non superavano i 600 euro. Siamo, invece, arrivati a 13.720 euro. Sono stati venduti anche una spilla da caccia in oro per 6.875 euro, un taglia sigari per 4.750 euro, un fazzoletto ricamato con le iniziali dell’imperatore a 2.750 euro, un paio di gemelli a 8.750 euro.

Venduti anche un quaderno da disegno del figlio, Rodolfo morto a Mayerling e una foto di Eugen Ketterl. Si tratta dell’ultimo servitore dell’imperatore, il quale fu autorizzato a portar via le cose del sovrano, come un beneficio aggiuntivo allo stipendio della corte. Assieme, dunque, ai capi d’abbigliamento, Ketterl decise di conservare una ciocca di capelli, non si capisce se come segno di devozione o come intuizione del suo futuro valore.

Chi era Ketterl? Egli era a capo del servizio di camera di Francesco Giuseppe, composto da 15 persone che dovevano occuparsi delle sue esigenze personali.

Nelle memorie di Ketterl, si poteva leggere che alle 3.30 bisognava già essere svegli per servire la colazione alle 5. L’imperatore era comunque buono, cortese, non impartiva ordini, ma favori, ringraziava sempre, anche di fronte ad un bicchiere d’acqua.