Fallimento Vicenza calcio, richieste per oltre 13 milioni

21/03/2018 Notizie Fallimenti
La curva del Vicenza

A Palermo invece è stata discussa l'istanza presentata dalla procura. Il Tribunale si è riservato la decisione che arriverà a giorni insieme alle motivazioni

Le richieste per la procedura di insinuazione al passivo per quanto riguarda il Vicenza Calcio superano i 13 milioni di euro. Il curatore ha presentato in tribunale un progetto che prevede il riconoscimento di crediti fino a 11 milioni 281mila euro (stralciando o riducendo alcune posizioni, non riconosciute). In totale i creditori sono circa 150. L'udienza per la definizione dello stato passivo è durata alcune ore e si è avuta la conferma che entro poche settimane si svolgerà l'asta per la cessione della società e della squadra. Secondo i quotidiani locali, la gara dovrebbe avvenire entro fine aprile.  Fra i creditori quello con cui la società ha il debito più gravoso è il fisco: l’Agenzia delle entrate chiede al fallimento oltre 9 milioni di euro, richiesta a cui il curatore avrebbe risposto con una controproposta più ridotta che tiene conto del piano di rientro con la rateizzazione già in parte avviata negli anni scorsi. Naturalmente tra i creditori, oltre a fornitori, ci sono tecnici e giocatori.

Altra situazione delicata è quella del Palermo. Nel tribunale siciliano le parti hanno discusso sull'istanza di fallimento del Palermo Calcio presentata dalla Procura L'udienza si è svolta davanti alla sezione fallimentare e il collegio è composto dal presidente Giovanni D'Antoni, dal giudice delegato Giuseppe Sidoti e dal giudice anziano Raffaella Vacca. Adesso i giudici si sono riservati sulla decisione. Il deposito del dispositivo sarà contestuale alla motivazione.