Clamoroso a Campione, il Casinò risorge!

11/03/2019 Notizie Fallimenti
Casinò Campione d'Italia

La Corte di Appello di Milano annulla il fallimento: accolti i reclami del Comune di Campione d’Italia, dello stesso Casinò e della Banca popolare di Sondrio

Clamoroso a Campione d'Italia. La Corte d'Appello di Milano ha ribaltato la sentenza di fallimento emessa dal Tribunale di Como riabilitando, di fatto, il Casinò che quindi non è da considerarsi fallito. La Corte ha accolto l'istanza presentata da Comune, Banca Popolare di Sondrio e dallo stesso Casinò. Secondo i magistrati al Casinò, ossia al debitore, sarebbe "stato impedito di interloquire con concorrente violazione del principio di contradditorio prima della dichiarazione di fallimento''. Il Casinò, infatti, aveva presentato domanda di concordato in bianco, poi respinta. E proprio dopo il diniego, avrebbe avuto il diritto - dice la Corte milanese - di conferire per motivare la sussistenza delle condizioni idonee al concordato. Pertanto secondo la Corte d'Appello ''la procedura che ha condotto all'emissione del decreto'' è nulla e deve ''essere rinnovata restituendo al Casinò di Campione la possibilità di esercitare appieno tutte le prerogative consentite in via generale dall'ordinamento in pendenza del termine per la sua audizione, fatto salvo il giudizio del tribunale sull'eventuale inammissibilità di domande nuove laddove possibili di tradursi in abuso del diritto''. Audizione ritenuta dai giudici ''indispensabile per la dichiarazione di fallimento''. Tutti i dipendenti licenziati in tronco mesi fa, ora dovrebbero ora essere riassunti in vista della riapertura, ma la situazione è piuttosto intricata anche perché non ci sono precedenti. Domani mattina prevista a Campione une riunione dei curatori e della dirigenza per fare il punto alla luce di quanto deciso dalla Corte di Appello.