L'Ambasciata Usa a Londra trasloca e svende arredi all'asta

26/07/2018 Notizie Aste
Asta ambasciata Usa

A partire dal 30 luglio l'ambasciata statunitense venderà molti oggetti bizzarri al miglior offerente. Compresi 1200 rotoli di carta igienica

L'ambasciata americana a Londra trasloca dalla storica sede di Mayfair al nuovissimo palazzo super ecologico in Nine Elms e in concomitanza del cambio di 'casa' lancia un'asta per liberarsi di oggetti e arredi non più utili. Così, dal 30 luglio, si potranno fare offerte per accaparrarsi qualche 'pezzo' del governo americano a Londra, compresi 1200 rotoli di carta igienica. Dalle 8 del mattino di lunedì prossimo, alle 4 di pomeriggio di giovedì 8 agosto, la delegazione Usa mette in vendita tramite asta online tutte le cose che non servono più o che non si addicono alla nuova sede. L’ha annunciato l’ambasciata stessa con un comunicato sul loro sito internet. L’asta, fanno notare, sarà tenuta seguendo il regolamento del Dipartimento di Stato statunitense. Tra i vari lotti che saranno messi all’asta si trovano le cose più disparate. C’è una lampada di ceramica il cui prezzo di partenza sono 10 sterline, una sega circolare della Bosch da 30 sterline, un set per scannerizzare i codici a barre da 30 sterline, una macchina fotografica Sony da una sterlina e cinque aspiratori Dyson definiti “riparabili” a partire da cinque sterline. C’è anche una Volvo usata ad un minimo di 1800 sterline. Anche altre ambasciate americane, in Albania e in Macedonia, si sono lanciate in aste on line. A Tirana, capitale dell’Albania, gli statunitensi hanno messo all’asta undici generatori di energia, tre automobili e diversi copertoni.