Asta d'oro per due manghi giapponesi: 3mila euro!

16/04/2018 Notizie Aste
mango asta

La rara varietà 'uova del sole' battuta a cifre folli. Ma solo per noi occidentali. In Giappone infatti la frutta è considerata un bene di lusso e le fragole possono costare fino a 20 euro l'una

In Giappone la frutta è sacra e considerata un prodotto di lusso. Questo ben spiega perché manghi, fragole e meloni vadano all'asta e soprattutto perché possano raggiungere cifre di aggiudicazione per noi occidentali esorbitanti. L'ultimo caso di vendita record è quello relativo a due "Taiyo no tamago" (Uova del sole), speciale varietà di mango coltivato nell'isola di Kyushu. Due frutti di questa specie sono stati venduti all'asta a 400.000 yen, l'equivalente di 3.200 euro. Come spiega la Federazione economica e agricola della regione che sovrintende la coltivazione, questi manghi devono pesare almeno 350 grammi, avere un colore rosso brillante su gran parte della superficie e contenere percentuali elevate di zucchero. Esattamente come quelli acquistati a peso d'oro dal centro commerciale Iwataya di Fukuoka dove la cassetta con le due 'uova del sole' saranno presto rivendute. Come riporta Noticias Nippon non era la prima volta che manghi di questa specie venivano venduti a cifre così elevate. Nel 2008, peraltro, durante la stessa asta, due meloni avevano raggiunto il prezzo di 2,5 milioni di yen (19.500 euro). Costi che, come detto, per i giapponesi, che considerano la frutta un bene di lusso da regalare a matrimoni e compleanni, sono ritenuti normali. Ad incidere sulle quotazioni della frutta, inoltre, le modernissime tecniche agronomiche utilizzate per la produzione e il packaging curatissimo e riservato ad ogni singolo frutto. Le fragole, ad esempio, possono arrivare a costare anche 20 euro l'una.