Dal naufragio all'asta: in vendita il tesoro della S.S. Central America

30/01/2018 Notizie Aste
oro naufragio lingotti

Circa 10 tonnellate tra lingotti, monete e pepite d'oro recuperate in fondo all'Oceano Atlantico dopo più di un secolo

Dopo anni di battaglie legali andrà presto all’asta il tesoro perduto più grande della storia degli Stati Uniti. Migliaia di lingotti, pepite e monete, circa 10 tonnellate d’oro, che fino al 1987 giacevano in fono all'Oceano Atlantico, a circa 2200 metri di profondità al largo della South Carolina, negli Stati Uniti. E’ qui, infatti, che il 12 settembre del 1857, sotto i colpi di un violento uragano, affondò il vascello a vapore S.S.Central America. Nel naufragio morirono 477 persone, colate a picco insieme alla nave e al suo carico d’oro. L’incidente, tra i più noti naufragi della storia, finì anche sui libri di scuola degli studenti americani poiché la perdita di quella ingentissima quantità d’oro generò il famoso ‘panico del 1857’, una delle prime e più gravi crisi economiche degli States. Quell’oro è stato in parte ritrovato, a fine anni ’80, dall’esploratore dei mari Thomas Thompson, ma le controversie giudiziarie legate al relitto hanno bloccato per decenni le operazioni di recupero. Ben 39 compagnie di assicurazione, infatti, reclamarono il diritto di possesso dell’oro e dei manufatti contenuti nel relitto, sostenendo di aver pagato i danni nel diciannovesimo secolo. Dopo un’estenuante serie di battaglie legali, la Columbus America Discovery Group, la squadra che aveva ritrovato la nave e di cui faceva parte Thompson, ottenne il 92% dell’oro. Uno dei lingotti riemersi battè all’asta i record di vendita del tempo: 8 milioni di dollari. Ma, incredibile a dirsi, solo il 5% del relitto era stato esplorato. Nel 2014 i diritti di esplorazione e recupero furono assegnati alla Odyssey Marine Exploration che riprese a sondare nuovamente gli abissi riportando in superficie oltre 36 chilogrammi tra lingotti, monete e polvere d'oro, per un valore che oggi supera i 50 milioni di dollari. Il tesoro, ripulito dai detriti che si erano accumulati in oltre un secolo di permanenza sui fondali marini, sarà mostrato per la prima volta al pubblico a Long Beach, non lontano da Los Angeles, il mese prossimo. Tutto l'oro che sarà messo in mostra andrà poi all’asta e si suppone che anche una piccola moneta potrà toccare valutazioni milionarie in considerazione della rarità e della storia ‘sommersa’ che c'è dietro.