Spuntano nuove offerte per Alitalia

30/04/2019 Crisi aziendali
Crisi Alitalia

E intanto le Ferrovie hanno preso atto della proroga per la presentazione del dossier. Manca ancora il socio azionario che metta sul piatto il 30% del capitale necessario

Non solo Ferrovie, Mef, Delta. Per Alitalia ci sarebbero nuove offerte sul tavolo del Mise. A comunicarlo il vice premier Luigi Di Maio nel giorno in cui scade il tempo utile per la presentazione dell'offerta vincolante per la compagnia. E puntuale è arrivata la nota delle Fs. Il Cda delle Ferrovie ha preso atto della proroga concessa al fine di definire la squadra dei soci che dovranno rilevare la parte buona della compagnia dall'amministrazione straordinaria. Al momento manca all'appello un socio privato che riesca a mettere sul piatto un 30 per cento circa di capitale alla newco (circa 300 milioni di euro) che vede già schierati oltre a Ferrovie, il Tesoro e gli americani di Delta. Il nodo principale, che non si è sciolto, è quello della partecipazione di Atlantia. Nulla, infatti, si sarebbe mosso rispetto alla netta posizione espressa dall'amministratore delegato del gruppo, Giovanni Castellucci, due settimane fa all'assemblea degli azionisti: Atlantia ha tanti fronti aperti per aprirne uno nuovo e complesso come Alitalia. Insomma, alla composizione della compagine azionaria manca sempre il fatidico 40%, per aggiungersi al 30% delle Fs, al 15% di Delta Air Lines e al 15% del Mef. Se accordato (l'ultima parola spetta ai Commissari e al Governo) il rinvio dovrà servire a tentare di comporre il puzzle. Intanto, i sindacati di Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl Trasporto aereo hanno proclamato lo sciopero per tutto il settore del trasporto aereo il prossimo 21 maggio per l'intera giornata, ad eccezione dei controllori di volo.