Set impianti: in prefettura risolta la crisi

04/07/2018 Crisi aziendali
accordo trovato per la Set

Stipendi pagati ai lavoratori e aggiudicazione provvisoria. Duecento i dipendenti che rischiavano il posto ma il tavolo tra sindacati e imprese ha trovato la quadra

Tirano un sospiro di sollievo i dipendenti della Set Impianti, azienda di Siracusa per cui lavorano 200 dipendenti. L'incontro in prefettura ha scongiurato la crisi: stipendi pagati, crediti riscossi e una prospettiva per il futuro. Il tavolo era stato istituito lo scorso 31 maggio e vi partecipavano sindacati e rappresentanze aziendali. Dopo la dichiarazione di fallimento per la società era partito un percorso che ha anche condotto il giudice del tribunale di Catania a disporre la confisca di un ramo d’azienda, mentre quello di Siracusa aveva dichiarato il fallimento.

Ora un nuovo bando di gara dovrebbe rappresentare la conclusione definitiva. Soddisfatto il prefetto, Giuseppe Castaldo, secondo cui è stato “favorito il confronto tra le due autorità giudiziarie coinvolte, consentendo l’esclusione del fallimento del ramo d’azienda confiscato”. Prossime tappe saranno il completamento dell’inventario dei beni della società, già in corso, la contabilizzazione delle entrate e delle uscite e le verifiche delle committenti per il subentro della nuova società. L’azienda, che si occupa di manutenzione di impianti petrolchimici, adesso è stata aggiudicata provvisoriamente a Synergo Consorzio nazionale mentre l’amministrazione giudiziaria ha riscosso i crediti immediatamente esigibili, riuscendo a pagare gli stipendi pregressi ai lavoratori.