Nestlè, nessun licenziamento allo stabilimento Perugina

30/05/2018 Crisi aziendali
Bacio Perugina Nestlè

Siglato l'accordo che chiude senza traumi la vertenza del sito produttivo di San Sisto: ok a piano sociale da 20 milioni di euro

Firmato l'accordo che conclude la vertenza riguardante lo stabilimento Perugina di San Sisto. Ad annunciarlo è stata la stessa Nestlé, proprietaria del sito produttivo e del marchio Perugina. "La vertenza si conclude positivamente - ha sottolineato la multinazionale - riuscendo a conseguire il riequilibrio occupazionale indispensabile per rendere sostenibile e competitivo lo stabilimento di S. Sisto e, nello stesso tempo, a evitare licenziamenti, attraverso un piano sociale di circa 20 milioni di euro che ha permesso di offrire una opportunità concreta a ciascuno dei 364 lavoratori coinvolti nella riorganizzazione". La Perugina a San Sisto continuerà a dare lavoro a 613 persone a tempo indeterminato - ha annunciato ancora l'azienda - ai quali si aggiungono i lavoratori stagionali necessari per far fronte ai periodi di picco produttivo, "confermandosi lo stabilimento di Nestlé con più occupati in Italia e la più grande fabbrica italiana di cioccolato per numero di addetti".