Mercatone Uno, c'è una concreta offerta d'acquisto

16/03/2018 Crisi aziendali
mercatone uno crisi

I commissari hanno comunicato al Mise l'imminente presentazione dell'istanza di aggiudicazione dei compensi societari

Mercatone Uno, finalmente si accende una luce in fondo al tunnel. I commissari che da anni gestiscono il Gruppo, in amministrazione controllata, hanno formalizzato al Mise l'esistenza di una proposta di acquisto irrevocabile. In una nota il Gruppo ha poi specificato "l’imminente presentazione dell’istanza di aggiudicazione dei compendi societari, che consentirà di garantire la continuità aziendale in un rilevante perimetro di punti di vendita e il mantenimento di adeguati livelli occupazionali". Da quanto trapela, dunque, fallimento scongiurato e punti vendita che saranno venduti ad un unico soggetto, escludendo così l’ipotesi spezzatino. L'obiettivo è quello di mantenere una presenza in tutte le regioni. Ma quanti dipendenti? Quali negozi rimarranno aperti? Ancora non è dato sapere poiché prima la proposta di aggiudicazione deve passare al vaglio del Comitato di vigilanza istituito al Mise, comitato che tutela l’interesse pubblico della trattativa. Sarebbero state in totale sette le offerte vincolanti d’acquisto per Mercatone Uno, ma, anche grazie al lavoro dei commissari, si è giunti all’ipotesi concreta di vendita unitaria. La procedura dovrebbe concludersi nell’arco di 4/6 settimane e poi dovrebbe partire la trattativa sindacale. A metà aprile, inoltre, è in programma un nuovo incontro al ministero in cui si entrerà nel dettaglio dell’ipotesi di aggiudicazione. In totale sono 74 i negozi della rete commerciale, 59 quelli attivi attualmente, con circa 3mila dipendenti.