Calzature, concordato approvato per Fornari Spa

11/06/2019 Crisi aziendali
Fornari calzature

La storica azienda di Civitanova è in liquidazione da anni. Nel 2016 aveva ceduto ad imprenditori cinesi il marchio più noto, le sneakers Fornarina

C'è l'ok dei creditori all'accordo di ristrutturazione del debito per lo storico calzaturificio Fornari di Civitanova. Il via libera è arrivato nei giorni scorsi, a distanza di ben sei anni dall'apertura della crisi aziendale. All'accordo hanno aderito oltre 95% dei creditori. Nel complesso, come riporta il quotidiano online Cronache Maceratesi, l’esposizione debitoria verso banche e fornitori si aggirava sui 67 milioni di euro, con l’accordo raggiuto l’azienda dovrà versarne circa 11. Soddisfatto il liquidatore Mauro Sebastianelli e l’advisor finanziario Marco Trapanese che, insieme agli advisor legali, gli avvocati Fiorenzo Principi e Carla Scarpetta, hanno seguito passo passo l'iter. Lo storico marchio della calzatura, diventato famoso a livello internazionale con la sneaker Fornarina, è in liquidazione da anni. Nel 2016 erano stati ceduti i marchi Fornarina, Nose e Fornari ad un gruppo cinese che ha proseguito in proprio la produzione. La quarta richiesta di concordato alla fine è stata quella che si è chiusa con successo dopo i fallimenti delle tre precedenti. Tra i creditori della Fornari spa ci sono diverse banche: Intesa, Do bank, Preliof credit, Banca Ifis, Italfondiario, Cerved, Bnp Paribas leasing.