All'asta il Salone Margherita, storica casa del Bagaglino

10/11/2017 Notizie Aste
Il salone margherita

La Banca d'Italia, proprietaria dell'immobile, lo ha messo in vendita. Attivo da più di un secolo, raggiunse il successo nazionale negli anni Ottanta e Novanta, grazie alla tv

Uno dei luoghi iconici degli anni Novanta finisce all'asta. La Banca d'Italia, proprietaria dell'immobile, ha infatti messo all'asta il Salone Margherita, il luogo in cui andava in scena lo spettacolo a tutti noto come Bagaglino. L'istituto centrale di credito è infatti proprietario dello storico teatro che ha dato i natali allo show condotto da Pippo Franco e lanciato nel mondo dello spettacolo molte showgirl nostrane come Valeria Marini e Pamela Prati.

Lo spettacolo del Bagaglino era uno degli show più attesi della tv di intrattenimento. A riportare la notizia è stato il quotidiano Il Tempo che spiega anche come siano arrivate manifestazioni di interesse a poco dalla scadenza dell'asta. Sebbene noto soprattutto per gli spettacoli televisivi, il Salone Margherita venne costruito nel 1898 e già da allora è stato il luogo deputato al varietà. Il nome Bagaglino era dovuto alla compagnia comica che vi si installò nel 1972, quella di Pier Francesco Pingitore e Mario Castellacci che lo riportò in auge.

Tantissimi gli artisti passati da quel palco che prendeva in giro la scena politica e che diventò famosa negli anni Ottanta quando prima la Rai e poi Mediaset cominciarono a trasmettere gli spettacoli satirici del Salone Margherita. Una storia andata avanti fino al 2011 e ricominciata nel 2014.

Da cinque anni il Salone Margherita è gestito dal produttore Nevio Schiavone. Non c'è una crisi dietro la decisione della Banca d'Italia ma più semplicemente un piano di dismissione degli immobili. Il Salone è quindi stato messo in vendita e Pippo Franco, sulle colonne del quotidiano romano, ha manifestato una certa preoccupazione: «Spero che continui ad essere un teatro e non un ristorante o una discotaca perché questo palco è un posto storico e Roma ne ha bisogno».

comments powered by Disqus