Crisi Mercatone Uno, salvo il 90% dei posti di lavoro

06/07/2018 Crisi aziendali
crisi Mercatone Uno

Firmato l'accordo sindacale: la gestione dei Commissari proseguirà per individuare possibili acquirenti per i punti vendita non inclusi nel perimetro di cessione

Crisi Mercatone Uno. Si è positivamente conclusa anche la trattativa sindacale per la cessione a Cosmo dei compendi aziendali in amministrazione straordinaria, composti da 13 punti vendita distribuiti su tutto il territorio nazionale che opereranno con il marchio Globo. L'accordo raggiunto prevede nell'immediato la salvaguardia di 285 posti di lavoro, dei 566 inclusi nel perimetro di cessione, che saranno incrementati di ulteriori 100 nei 24 mesi successivi. "Con l'accordo sindacale sottoscritto il 29 giugno con Shernon Holding, che prevede il trasferimento di 2.019 rapporti di lavoro e di ulteriori 300 nei prossimi 48 mesi, risultano complessivamente tutelati 2.704 dipendenti pari a circa il 90% del totale attualmente occupato nelle varie aziende sottoposte alla Procedura. A tal fine, sono già stati avviati contatti con Anpal, Agenzia nazionale per le politiche del lavoro al fine di favorire la ricollocazione di tali lavoratori". La prosecuzione dell'esercizio dell'impresa da parte dei Commissari Straordinari (Stefano Coen, Ermanno Sgaravato e Vincenzo Tassinari), autorizzata dal Ministero dello Sviluppo Economico sino al 13 gennaio 2019, consentirà di dar corso alle ulteriori dismissioni, volte anche a trovare una soluzione per i dipendenti non inclusi negli attuali accordi. I Commissari esprimono il plauso ed il ringraziamento a tutti coloro che hanno contribuito a tali importanti risultati ed in particolare alle Organizzazioni Sindacali, alla dottoressa Monica Checcucci, Direttore HR del Gruppo, ed agli avvocati Rosario Salonia, Fabio Massimo Cozzolino e Jacopo Ierussi di Salonia Associati.