Concordato Preventivo

Il concordato preventivo è uno strumento attraverso il quale si può risolvere la crisi d’impresa con un accordo di natura negoziale posto in essere tra impresa debitrice e creditori. La volontà viene espressa per maggioranze di credito. Il concordato preventivo è finalizzato al risanamento dell’azienda e alla ristrutturazione del debito.

L’accordo è vincolante per tutti i creditori, dissenzienti compresi.

Il concordato preventivo si promuove e si perfeziona attraverso una procedura presso il Tribunale dove ha sede l'impresa.

Esso si differenzia dagli altri accordi negoziali o dai concordati stragiudiziali che hanno efficacia solo tra gli aderenti.

Vedi anche...
Ultime news
Concordato Preventivo
Entro quale momento la domanda di concordato può essere introdotta? Nell’approfondimento odierno tratteremo il tema del rapporto tra la procedura di concordato preventivo e la procedura di fallimento. Nello specifico ci si è chiesto quale sia il termine ultimo entro il quale il debitore può depositare la domanda di concordato preventivo ove sia pendente anche... Continua a leggere
Concordato Preventivo
Sindacato del Tribunale  Successivamente all’approvazione del concordato da parte dei creditori in sede di adunanza, questo deve essere sottoposto all’omologa del Tribunale.  Detta omologa deve intervenire entro il termine di 6 mesi dalla presentazione del ricorso, termine prorogabile una sola volta di 60 giorni.   Come noto, infatti, l’art.... Continua a leggere
Concordato Preventivo
Prestazioni stragiudiziali Nell’approfondimento di oggi ci occuperemo del trattamento da riconoscere ai crediti professionali sorti in occasione della predisposizione della domanda di ammissione ad un concordato preventivo.  Nello specifico ci si è chiesto se i crediti sorti per l’attività prestata da un avvocato in vista della procedura di concordato... Continua a leggere
Concordato Preventivo
Risoluzione ed annullamento del concordato Durante l’esecuzione del concordato preventivo potrebbero sopraggiungere alcune circostanze tali da non permettere al debitore di adempiere alle obbligazioni dallo stesso assunte.  Molto spesso, infatti, per svariate ragioni il debitore non riesce ad eseguire il concordato omologato.  In questi casi, quindi, sarà... Continua a leggere
Concordato Preventivo
Offerte concorrenti  La disciplina relativa alle offerte concorrenti è indicata dall’art. 163 bis l.f., introdotto con il d.lgs 83/2015 convertito con modificazioni in legge 132/2015. Detta norma statuisce in merito alla liquidazione dei beni nella fase precedente l’omologazione del concordato preventivo.  La ratio sottesa alla citata disposizione... Continua a leggere
Concordato Preventivo
Delibera al momento della presentazione della proposta di concordato?  Come noto, l’art. art. 161 l.f., ammette la possibilità di presentare una domanda di concordato preventivo con riserva, ossia viene data la possibilità al debitore di depositare la proposta, il piano e la documentazione necessaria in un secondo momento, entro un termine fissato dal... Continua a leggere
Concordato Preventivo
Proposte concorrenti   Con il d.lgs. 83/2015 è stata prevista la possibilità per i creditori di proporre proposte di concordato concorrenti con la proposta di concordato presentata dal debitore.   Il potere di iniziativa spetta comunque al debitore.  Pertanto, è necessario in primo luogo che l’imprenditore depositi una domanda di... Continua a leggere
Concordato Preventivo
Effetti dell’ammissione al concordato preventivo Sulla base di quanto stabilito dall’art. 167, 1 comma L.F., durante la procedura di concordato, il debitore conserva l’amministrazione dei suoi beni e l’esercizio dell’impresa, sotto la vigilanza del commissario giudiziale.  Si può parlare, quindi, di una sorta di “spossessamento... Continua a leggere
Concordato Preventivo
Concordato "in bianco"  Con L. 134/2012 è stata introdotta nella procedura di concordato preventivo la possibilità per il debitore di presentare la domanda di concordato “in bianco” o “con riserva”. Cosa significa concordato in bianco? Nello specifico, l’impresa in crisi può predisporre un piano da sottoporre ai... Continua a leggere
Concordato Preventivo
L’attestazione del professionista La proposta di concordato preventivo, unitamente al piano e alla documentazione indicata nell’art. 161 L.F., di cui si dirà nel proseguo, deve essere accompagnata dalla relazione di un professionista, designato dal debitore, che attesti la veridicità dei dati aziendali e la fattibilità del piano medesimo.  Una... Continua a leggere