Aste online, il settore si allarga alle auto usate

06/05/2017 Aste on line
Aste online, il settore si allarga alle auto usate

Il settore delle aste online si sta allargando rapidamente anche a quello delle auto usate. A un’esigenza sempre più diffusa in ambito internazionale sta infatti dando una specifica risposta BCA, leader nel vecchio Continente nel remarketing di auto e di veicoli commerciali usati, presente da tempo anche in Italia, e in grado di rappresentare la prima società di aste automobilistiche in Europa, fondata negli anni ’40 e quotata alla Borsa di Londra con un fatturato di 1,3 miliardi di euro, frutto della vendita di 1,1 milioni di veicoli usati.

Aste online auto usate in Italia

Per quanto concerne il funzionamento del servizio in Italia, BCA per il momento riserva le proprie aste di auto usate ai soli operatori professionali con un volume di circa 1.300 aste annue, di cui il 90 per cento digitali (stando alle dichiarazioni societarie, vengono venduti online circa 4 veicoli su 5). Il tempo di rotazione di un veicolo messo all’asta è piuttosto rapido, visto e considerato che nel 90 per cento dei casi si aggira intorno a una settimana. Chi vende mediante questo strumento ha un potenziale bacino di acquirenti professionali pari a oltre 7.000 unità, registrati regolarmente in Italia o all’estero.

Il funzionamento di Market Price

Introdotto quanto sopra, il funzionamento di Market Price (ovvero, il sistema che BCA rivolge ai propri concessionari italiani) è davvero piuttosto semplice e – sostiene l’azienda – permette a chi è interessato di poter formulare, in pochi minuti, un’offerta che sia effettivamente in linea con i reali valori di mercato per l’usato, che il cliente cederà in permuta. Mediante un applicativo creato per i dealer che aderiscono al programma, i venditori hanno così l’opportunità di ispezionare lo stato di utilizzo della vettura o del veicolo professionale, registrando tutti i dati necessari, come le immagini del mezzo e eventuali danni o difetti.

Successivamente all’inoltro di tutta la documentazione, il venditore potrà domandare online la stima del valore di permuta alla stessa BCA Italia, che promette una valutazione in meno di 15 minuti da parte di un team di esperti, ed è basata su prezzi reali di mercato, costantemente aggiornati. Il servizio è peraltro gratuito e, per il momento, riservato ai soli concessionari partner. BCA si incaricherà poi del remarketing del veicolo mediante asta. Il dealer avrà la possibilità di avviare e seguire l’intero processo sempre sul sito di BCA Italia, lasciando a tale società tutto lo sviluppo della logistica, dal prelievo e stock del veicolo fino alla consegna all’acquirente.

Per quanto infine concerne i vantaggi promessi per i concessionari, la società individua la possibilità di migliorare positivamente il tasso di permuta senza perdere redditività, accelerando la rotazione dello stock con migliore valorizzazione del prodotto e, infine, la possibilità contemporanea di potersi focalizzare su business più redditizi con maggiore marginalità, come al vendita del nuovo. Si tenga però conto che BCA è solo mediatrice, e che eventuali criticità tra concessionario e compratore dovranno essere gestiti proprio tra le parti che l’intermediario ha fatto incontrare.