Esito asta giudiziaria

06/12/2016 Asta Giudiziaria
Esito asta giudiziaria

Le aste giudiziarie sono lo strumento giuridico con cui viene effettuata la vendita forzata di un bene mobile oppure immobile. La ratio di questo istituto è chiara: attraverso la vendita forzata del bene e tramite la distribuzione della somma ricavata, il creditore potrà ottenere il soddisfacimento dei propri interessi. Nello stesso tempo, colui che è riuscito ad aggiudicarsi il bene all’asta giudiziaria otterrà i diritti sul bene che spettavano al debitore che ha subito l’espropriazione forzata.

Negli ultimi anni, inoltre, il fenomeno delle aste giudiziarie ha assunto una nuova connotazione: sono sempre di più, infatti, i privati e le aziende che partecipano alle aste – soprattutto quelle immobiliari - per acquistare la prima casa oppure beni immobili da adibire nell’ambito dell'attività aziendale. Complici anche le agevolazioni fiscali connesse all’acquisto della casa all’asta giudiziaria, questo istituto giuridico sta registrando un vero e proprio boom.

L’aumento esponenziale del fenomeno delle aste giudiziarie ha inoltre spinto il Legislatore a riformare questo settore. Tra qualche tempo, ad esempio, i beni immobili e i mobili registrati espropriati potranno addirittura essere venduti soltanto su internet.

L’esito delle aste giudiziarie nella “rivoluzione telematica”

Presto le aste giudiziarie online diventeranno realtà. Stiamo per assistere ad una vera e propria “rivoluzione copernicana” che si rifletterà positivamente sull’intero sistema. Il Legislatore ha introdotto – anche se con un po’ di ritardo – la modalità telematica per l’espletamento delle aste giudiziarie in modo da snellire il farraginoso sistema.

L’intento della riforma è chiaro: il Legislatore vuole snellire l’intero procedimento ed incentivare la partecipazione di privati ed aziende all’asta giudiziaria, sia essa mobiliare o immobiliare.

In quest’ottica, molto più semplici e veloci saranno le fasi precedenti all’asta vera e propria così come sarà molto più agevole per coloro che vi partecipano, conoscere gli esiti delle aste giudiziarie.

Se l’asta giudiziaria verrà effettuata soltanto tramite internet sul nuovo portale unificato delle vendite pubbliche, tutte le comunicazioni relative alla vendita saranno pubblicate sul web.

In questo modo sarà possibile conoscere in maniera semplice e veloce l’esito dell’asta giudiziaria a cui il partecipante è interessato.

Si stima che, entro 3 o 5 giorni lavorativi, il portale unificato delle vendite pubbliche verrà aggiornato con i dati relativi all’esito di una determinata asta giudiziaria. E allora, sarà possibile sapere, ad esempio, se l’asta giudiziaria è andata deserta oppure se l’asta immobiliare ha avuto esito positivo. In particolare, in questo secondo caso, chiunque sia interessato potrà sapere se il bene immobile oggetto di asta giudiziaria è stato venduto e l’importo del prezzo di aggiudicazione.

L’esito delle aste giudiziarie prima della “rivoluzione telematica”

Abbiamo appena sottolineato che, tra qualche tempo, le aste giudiziarie (immobiliari e mobiliari) saranno effettuate esclusivamente su internet, attraverso il nuovo portale unificato delle vendite pubbliche. Nel frattempo, le aste giudiziarie verranno espletate secondo le modalità tradizionali e anche gli esiti delle vendite potranno essere consultati esclusivamente nelle Cancellerie dei singoli Tribunali.

In Cancelleria è possibile infatti richiedere tutte le informazioni relative all’esito di una determinata asta giudiziaria: in questo modo chiunque vi abbia interesse potrà sapere se l’asta giudiziaria è andata deserta oppure se è andata a buon fine.

E’ bene sottolineare che è possibile conoscere gli esiti delle aste giudiziarie, indipendentemente dalla tipologia di asta che è stata effettuata. Ricordiamo, infatti, che due sono le modalità con cui si può svolgere un’asta giudiziaria: vendita senza incanto e vendita con incanto.

Di norma, la modalità senza incanto viene esperita in via preliminare: soltanto in un secondo momento e ove l’asta senza incanto non abbia ottenuto alcun risultato, si procede alla vendita con incanto.

In particolare, nella vendita senza incanto i partecipanti possono presentare le loro offerte di acquisto in busta chiusa. Le offerte devono essere presentate in Cancelleria con indicazione del modo di pagamento, del prezzo e del tempo. Le buste così consegnate vengono poi aperte nell’udienza fissata per esaminare le diverse offerte presentate dai partecipanti.

La vendita con incanto, invece, viene espletata “dal vivo” con una vera e propria gara tra i diversi offerenti che possono effettuare le loro offerte. Ovviamente, è sempre il Giudice a stabilire – in un’apposita ordinanza – le modalità con cui verrà effettuata la vendita, il prezzo base dell’incanto, l’ora e il giorno dell’asta, l’ammontare della cauzione, la misura minima dell’aumento da apportarsi alle offerte, le modalità e il termine entro il quale il prezzo deve essere depositato.